UE: Meno burocrazia e più decisione a Stati. Esame superato per Phil Hogan nuovo Commissario

hoganRevisione completa della Politica agricola comune per vedere cosa si può semplificare, e per valutare quale decisioni politiche possono essere prese più utilmente a livello di Stati membri. Entro un anno poi, mettere a punto una strategia che contenga iniziative concrete e attuabili per raggiungere quegli obiettivi. E’ l’impegno assunto, a Bruxelles, dal futuro commissario europeo all’agricoltura, che sul piano istituzionale “sottoscrive la necessità di pari trattamento tra Parlamento europeo e Consiglio Ue”. Così, dopo quasi tre ore di audizione, e un voto favorevole a grande maggioranza in sede di Commagri, il futuro commissario all’agricoltura Ue ha superato ‘l’esame’ a cui é stato sottoposto per ottenere il mandato. Agli eurodeputati Hogan ha spiegato che intende “valutare se la nuova Pac, in particolare per quanto riguarda i pagamenti diretti dell’Ue agli agricoltori, sia configurata in modo che nella pratica possa essere applicata correttamente. In caso contrario é pronto ad intervenire con nuove regole. Valutazione che includerà anche l’accordo sugli aiuti ‘verdi’ e le collegate aree di interesse ecologico. Nel 2016 poi, contribuirà all’esame del Quadro finanziario pluriennale Ue 2014-2020, cercando di concentrare ulteriormente la Pac sull’occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività”.
Il futuro commissario Ue alla Pac si é espresso anche sui seguenti temi. –
BILANCIO UE – pronto a difendere il bilancio agricolo. Attende il 15 ottobre, ossia la fine dell’attuale esercizio finanziario, per avere un quadro esatto di spesa per il 2015. Toccare la ‘riserva di crisi’ -dice- significa ridurre reddito agricoltori.
EXPORT – vuole avere un ruolo attivo per diversificare l’export agroalimentare, ma con più coordinamento.
QUALITA’ – rifiuta di abbassare gli standard produttivi. Difende le risorse naturali (come suolo e acqua) per garantire la qualità, ed una agricoltura sostenibile.
INDICAZIONI GEOGRAFICHE – consapevole della loro importanza, preannuncia una concentrazione di sforzi per tutelarle. E’ una questione importante – dice – e nei negoziati non trascureremo e non presteremo il fianco agli Usa o ad altre controparti sociali quando si tratta di Ig, che vanno armonizzate e semplificate.
QUOTE LATTE – é favorevole alla fine del sistema europeo.
GIOVANI – si’ al ricambio generazionale, puntando anche ad un partenariato tra giovani e meno giovani, anche perché il 69% delle aziende Ue non superano i cinque ettari di superficie.
SCUOLE – vuole armonizzare e semplificare il programma di distribuzione gratuita di frutta e verdura. – Ricerca – si affida alla tradizione guardando all’innovazione. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.