Ue: riforma Pac, per vino informazione, innovazione, nuovi aiuti. Rinviato atto su diritto impianti

oriolo2Più informazione ai consumatori Ue sulla qualità dei vini europei, più spazio all’innovazione nel settore, e la possibilità di elargire un aiuto supplementare in caso di estirpazione causata da malattia delle piante o da ragioni fitosanitarie. Sono, al momento, le misure supplementari che rientrano negli atti ‘delegati’ adottate dalla Commissione europea per mettere in atto la riforma della Politica agricola comune, senza i quali la nuova Pac non potrebbe entrare in vigore il primo gennaio 2015. La Commissione ha deciso invece di rinviare, considerando che ha ancora tempo a disposizione, gli atti d’attuazione della parte più controversa della riforma del settore, ossia la proroga del regime dei diritti di impianto dei vigneti e il nuovo sistema di autorizzazioni. Per quanto riguarda i tre nuovi elementi introdotti dalla riforma, il primo concerne l’informazione sul vino presso i consumatori europei. In questo caso, per evitare la concorrenza tra prodotti Ue sul mercato interno, i programmi d’informazione potranno evidenziare temi come il consumo responsabile, gli effetti dell’alcool sulla salute, ma anche creare l’occasione per fare meglio conoscere il sistema delle Denominazioni d’origine e indicazioni geografiche protette (Dop e Igp). Con la nuova riforma poi, l’innovazione diventa un capitolo specifico della politica del settore nel quale l’aiuto Ue non riguarda il finanziamento della ricerca ma il trasferimento di tecnologia per nuovi prodotti. In ultimo, nel caso in cui il viticoltore sia obbligato a estirpare vigne causa malattie della piante, può ottenere un contributo finanziario Ue per il loro rimpianto. Il Parlamento e il Consiglio Ue dispongono ora di due mesi per eventualmente opporsi alla decisione d’applicazione dell’Esecutivo Ue.(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.