Ue: Verso nuovi aiuti ortofrutta per embargo russo

Commissione Europea 2Nuove misure europee in vista a favore del settore ortofrutticolo colpito dall’embargo russo. La Commissione Europea ha presentato il progetto di regolamento che prevede una quota di ritiri complessivi per l’Italia di 50 mila tonnellate. Lo fa sapere il ministero delle Politiche agricole, nel precisare che ora il provvedimento passerà all’esame del collegio dei Commissari per essere approvato presumibilmente entro il 31 luglio in modo da essere operativo già a inizio agosto, con una durata fino al 30 giugno 2016. Per l’Italia il plafond di ritiri prevede in particolare mele e pere (17.500 tonnellate), pesche e nettarine (9.200 tonnellate), agrumi (3.300 tonnellate), susine kiwi e uva da tavola (15.300 tonnellate) e altri ortaggi (650 tonnellate); a questo si aggiunge anche un ulteriore plafond da 3 mila tonnellate che può essere gestito a livello nazionale. Le tipologie di azioni ammesse sui prodotti ortofrutticoli riguardano ritiro dal mercato e destinazione agli indigenti, mancata raccolta e raccolta verde. ”Abbiamo chiesto fortemente un intervento della Commissione che potesse andare incontro alle aziende danneggiate dall’embargo russo – ha affermato il ministro Maurizio Martina – si tratta di una risposta necessaria che conferma i quantitativi previsti per i nostri produttori lo scorso anno e introduce il ritiro di pesche e nettarine come da noi richiesto anche nell’ultimo Consiglio a Bruxelles”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.