Un fiore per San Valentino, la tradizione resiste


San Valentino, un appuntamento irrinunciabile: quasi il 70% delle coppie dichiara di festeggiarlo e i regali piu’ gettonati restano i fiori, seguiti da cioccolatini e dolci vari, capi di abbigliamento e gioielleria. Lo afferma la Cia, Confederazione italiana agricoltori, secondo la quale in omaggi floreali si spenderanno 100 milioni di euro. Quasi due italiani su cinque (il 39%) opteranno per i fiori, complici anche i prezzi stabili. Bene anche i cioccolatini (28%), meno i gioielli (scelti dal 19%) e abiti (dal 14%). Gli omaggi floreali saranno circa 23 milioni, calcola la Cia, soprattutto rose (oltre 14 milioni di esemplari, piu’ del 60% del totale delle vendite floreali), ma anche tulipani, gerbere, viole, lilium, per una spesa al consumo che si avvicina ai 100 milioni di euro. Per l’acquisto, ci si rivolgera’ principalmente al fioraio sotto casa (75 per cento), mentre il restante 25 per cento comprera’ i fiori ai mercati rionali o ai banchetti allestiti, per l’occasione, da ambulanti. La spesa media per l’omaggio floreale varia da 7 a 15 euro. Va molto il fiore reciso (88 per cento), meno le composizioni (35 per cento) e i cesti floreali (4 per cento), anche per colpa delle cifre elevate che in questi casi possono arrivare anche a 50 o 60 euro. La Cia ricorda, infine, che sono oltre 20 mila le aziende che operano nel settore florovivaistico. Occupano piu’ di 100 mila lavoratori e hanno una produzione annua che supera i 3 miliardi di euro. Nella classifica europea siamo secondi solo all’Olanda. Tutto questo anche se, negli ultimi anni, si e’ registrata una flessione di mercato che, in alcuni periodi, ha toccato preoccupanti picchi negativi, a causa delle pesanti difficolta’ soprattutto in termini di costi produttivi, oggi resi ancora piu’ pesanti dall’irrisolta vicenda del ”bonus gasolio” per le serre. Dove si concentra la maggiore produzione floricola. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.