Un milione di alberi contro le frane: l’impegno di Confagricoltura

bosco
Una foresta di 5000 ettari per combattere frane e smottamenti del terreno, rendere l’aria più pulita e restituire vita e bellezza ai territori. E’ la promessa che il presidente della Confagricoltura, Federico Vecchioni, ha fatto a Roma in occasione dell’incontro “Ambiente e Agricoltura”, la grande iniziativa che vedrà impegnata tutta l’organizzazione agricola su scala nazionale. Al ministro dell’ambiente Stefania Prestigiacomo il leader di Confagricoltura ha detto: “Noi imprenditori agricoli vogliamo riprenderci la responsabilita’ dell’ambiente. E poiche’ siamo gente concreta diamo la misura del nostro impegno: un milione di alberi per l’Italia”.
“Una foresta – ha aggiunto Vecchioni – che andra’ ad aggiungersi a quelle gia’ esistenti, che coprono il 34% della superficie nazionale ed assorbono oltre 10 milioni di tonnellate di anidride carbonica l’anno. Un patrimonio di bellezza e salute gestito per il 63% dalle nostre aziende agricole. Le frane assassine, la violenza improvvisa e devastatrice dei torrenti, le distruzioni, i morti. La cronaca di questi ultimi mesi e’ un bollettino di guerra: la terra e l’acqua da fonte di vita diventano tombe. E’appena successo in Sicilia, ma la strage di Messina e’ solo piu’ evidente di tante altre luttuose vicende che, ogni anno, disseminano di croci l’Italia. Natura matrigna? No, natura abbandonata.
Il presidente di Conagricoltura ha infine toccato altri temi di forte attualità a partire dalle energie alternative. “Anche qui l’agricoltura da’ ed e’ pronta a dare molto di piu’: un contributo determinante e pulito alle poche risorse energetiche della Penisola attraverso biomasse, eolico, fotovoltaico”. Comportamenti virtuosi che non devono però essere vanificati dall’eccessiva importazione di prodotti che arrivano dall’altra parte del mondo. ”Deve essere chiaro – ha spiegato Vecchioni – che non dobbiamo correre il rischio di minare il nostro autoapprovvigionamento alimentare, da un lato usando giusto rigore per far tornare i conti delle emissioni in casa nostra e dall’altro aumentando le importazioni da Paesi che, producendo di piu’, fanno crescere i gas serra prodotti sul Pianeta. Un paradosso che potrebbe portare la sostenibilita’ ambientale globale ad un netto peggioramento”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.