Una task force per salvare ulivi del Salento, anche ricercatori Usa

paesaggio olivicolo
Ci saranno anche dei ricercatori americani che arriveranno in Puglia il prossimo 15 novembre per una serie di sopralluoghi a dare man forte alla task force ministeriale, composta da 40 esperti, al lavoro per affrontare l’emergenza degli ulivi del Salento aggrediti da un batterio killer, la “Xylella fastidiosa”, che finora ha provocato la distruzione di otto ettari di terreno, ubicati soprattutto nella zona sud est della provincia. La notizia é stata data oggi nel corso di un incontro svoltosi a Lecce negli uffici provinciali della Regione Puglia al quale hanno partecipato i responsabili dell’Osservatorio fitosanitario regionale, l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Fabrizio Nardoni e rappresentanti del mondo olivicolo salentino. Il vertice é servito per illustrare le modalità della quarantena fitosanitaria che sarà attuata e che prevede, tra i vari interventi, il divieto per i vivai della zona del focolaio, quella nella zona sud est, intorno a Gallipoli, di vendere ulivi, mandorli, querce e oleandri. In quell’area, considerata ormai ‘morta’, vigerà l’obbligo di svellimento delle piante infette. Esclusa invece la possibilità di ricorrere all’intervento aereo come ipotizzato in un primo momento dall’assessore Nardoni. “É un problema non solo del Salento, ma oserei dire europeo – ha commentato Nardoni -. Dobbiamo cercare di bloccare al più presto il fenomeno per evitare che si estenda oltre questa provincia e oltre regione. Ma per un’azione di contrasto efficace abbiamo necessità di avere risorse a disposizione perché si tratta d’intervenire su più di otto mila ettari e con interventi costosi”. ”Si tratta – ha aggiunto – di un intervento dal costo di decine di milioni di euro che stiamo cercando di reperire, anche presso la Commissione europea. ”Basti pensare – ha concluso Nardoni – che l’intero fondo di solidarietà nazionale ammonta a 18 milioni di euro da spalmare su tutta Italia e che da solo non basterebbe persino se utilizzato tutto, a risolvere la questione”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.