Unaproa, ortofrutta Italia costa +10% rispetto Ue

pesche 3Costa almeno il 10% in più rispetto ad altri Paesi europei produrre frutta e verdura in Italia, schiacciata da aspetti strutturali e organizzativi, dal costo più alto per lavoro, energia e trasporti, alla frammentazione delle imprese; tutti aspetti che minano la competitività di un settore che vale quasi 13 miliardi di euro, che sta perdendo quote nel mercato internazionale. A lanciare l’allarme è Unaproa, Unione produttori ortofrutta, che ha presentato oggi il primo rapporto Nomisma sul settore, fotografandone lo stato dell’arte tra criticità e punti di forza. Le 491 mila aziende del comparto sono di piccole dimensioni con difficoltà di accesso al mercato; stessa cosa per le Organizzazioni dei Produttori (Op) che coinvolgono appena il 20% dei produttori. A questo si aggiungono i tipici mali del ‘sistema Paese’, come il costo del lavoro orario (13,7 euro contro i 9,4 euro della Spagna), quello chilometrico dell’autotrasporto (1,6 euro/km contro 1,22 euro/km della Spagna), i giorni per esportare via nave (19 in Italia, 10 in Spagna, 7 nei Paesi Bassi) e il prezzo dell’energia per utilizzi industriali (0,18 Euro/KWH), preceduti solo da Cipro e Danimarca. Altro problema è la burocrazia che rallenta ogni capacità imprenditoriale; caso eclatante di una Op che ha dedicato 172 giornate su 252 lavorative per i controlli. Penalizzanti anche le differenti norme per la difesa fitosanitaria nei vari Paesi europei. ”Serve un’armonizzazione della normativa la cui mancanza sta minando la competitività delle nostre aziende vittime delle maggiori restrizioni esistenti e della burocrazia”, ha detto Ambrogio De Ponti, presidente di Unaproa, che ha ricordato anche il drammatico calo dei consumi interni di frutta e verdura: 130,6 kg a testa l’anno contro i 148,2 del 2000.

”Non bisogna andare a caccia dei colpevoli ma analizzare le cause dei nostri ‘mali’, dove l’ortofrutta sconta la mancanza di capacità organizzativa e i Paesi competitor ne approfittano” ha detto Paolo De Castro, coordinatore S&D della Commagri del Parlamento Europeo, intervenuto alla presentazione del rapporto ”Il nostro sistema imprenditoriale – ha aggiunto De Castro – deve essere consapevole che i mercati si vincono certamente con la qualità ma anche con tanta organizzazione; purtroppo nel settore ortofrutticolo questo non l’abbiamo saputa dimostrare, motivo per il quale la Spagna, partendo pochi anni fa da una posizione assai inferiore della nostra oggi, fa quasi 8 miliardi di euro di esportazione a fronte di poco meno di 4 che ne facciamo noi”. Secondo De Castro gli strumenti dati dall’Ue per risollevare le sorti del settore italiano dal punto di vista organizzativo ci sono, come l’interprofessione e gli incentivi alle Organizzazione del produttori (Op), ma molto deve fare il sistema italiano.

Un Commento in “Unaproa, ortofrutta Italia costa +10% rispetto Ue”

Trackbacks

  1. Unaproa, ortofrutta Italia costa +10% rispetto Ue - AllNews24

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.