Usa, batterio mette in allarme le coltivazioni di mais

mais 2Negli Stati Uniti si teme per la resa del mais: ricercatori affermano che una malattia causata da un batterio potrebbe far calare del 10% la produzione di quest’anno, secondo quanto riporta oggi il New York Times. La malattia di Goss, che prende il nome dal patologo R.W.Goss, è causata dal batterio ‘Clavibacter Michiganensis subsp. Nebraskensis’ ed attacca la pianta quando questa viene danneggiata dalla grandine o dal cattivo tempo, lasciando poi visibili “cicatrici” sulle foglie e lesioni marroni e nere. Fino al 2008 la malattia di Goss era stata confinata nel Nebraska occidentale e in una manciata di contee nel Colorado orientale; quest’anno tuttavia la malattia si è diffusa a macchia d’olio in tutta la zona della ‘Cintura del grano’ (Corn Belt), colpendo l’Iowa, l’Illinois,l’Indiana e il Wisconsin. Ancora sconosciute sono le cause della diffusione negli ultimi anni dell’infezione di Goss, ma molti patologi sospettano degli ibridi prodotti con modificazione genetica da importanti aziende produttrici di sementi, come la Monsanto, DuPont e Syngenta. Gli agricoltori sono molto preoccupati del fenomeno che a causa dell’infezione potrebbe seriamente danneggiare le coltivazioni. Nonostante infatti l’infezione possa anche non essere letale per il vegetale, i ricercatori spiegano che “i rendimenti delle colture nelle zone colpite vengono sempre limitati”. (ANSA)

Tags: , ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.