USA: due fette su tre di Pecorino sono false

Due fette su tre di pecorino vendute negli Stati Uniti sono imitazioni dell’originale sardo. A denunciare il dato è la Coldiretti, che ha presentato oggi, in occasione del blitz di protesta dei pastori nella sede della Regione Siciliana a Palermo, un’analisi su uno dei mercati chiave del made in Italy, gli Usa. Secondo l’associazione agricola, la presenza di prodotti di imitazione del pecorino sui mercati internazionali sarebbe “la principale ragione della crisi della pastorizia in Italia”, che in questo anno ha registrato un calo del 25% del prezzo corrisposto per litro di latte (60 centesimi) rispetto al 2008 e negli ultimi dieci anni ha visto calare del 30% gli allevamenti. Negli Usa, si legge nella nota Coldiretti, i prodotti contraffatti “stanno prendendo progressivamente il posto di quelli originali”, con conseguente “crollo delle esportazioni di pecorino pari al 32% in valore nel primo semestre del 2010” (dati Istat). Chi si avvantaggia della situazione, ha spiegato l’associazione, sarebbero non solo i produttori del Wisconsin, California e New York, con il loro “romano cheese”, ma anche i produttori europei che spacciano per pecorino formaggi dai nomi di fantasia come “Toscanella, Dolce Vita o anche Pecorino”. La Coldiretti ha poi voluto evidenziare i casi di ‘imitazione’ “della società Lactitalia, di proprietà della Simest e controllata dal Ministero dello Sviluppo Economico”, e “dei Fratelli Pinna, attraverso la Roinvest con sede a Sassari, che vede tra i suoi amministratori Andrea Pinna, vicepresidente del Consorzio di Tutela del Pecorino Romano e Pierluigi Pinna, consigliere dell’organismo di controllo dei formaggi pecorino Roma, Sardo e Fiore Sardo Dop, che – ha concluso l’associazione agricola – dovrebbero promuovere il vero pecorino e combattere la concorrenza sleale e le contraffazioni”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.