Uva non raccolta in Puglia per protesta, interviene la Regione

uva tavola
L’assessore all’agricoltura della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni, annuncia un tavolo con produttori e grande distribuzione dopo il crollo vorticoso del prezzo dell’uva da tavola, contro il quale hanno protestato, evitando di raccogliere i grappoli maturi, diversi agricoltori delle province di Bari e Taranto. L’assessore fa sapere in una nota di aver avviato ”la convocazione di un tavolo di confronto con le associazioni di categoria, le organizzazioni dei produttori e gli organismi della grande distribuzione. Con loro – prosegue – speriamo di trovare possibili punti di convergenza verso azioni condivise che salvaguardino il settore ma anche il consumatore”. ”Stiamo cercando possibili soluzioni”, ma ”questo fenomeno – spiega – è strettamente connesso ad un combinato disposto di fattori negativi: dai bassi consumi di uva, agli effetti delle varie calamità naturali che danneggiano i grappoli, fino all’eccedenza di prodotto proveniente da altri Paesi europei (Grecia, Turchia, Spagna) ed extra Ue”. Tutti fattori ”su cui solo in parte possiamo intervenire, così come abbiamo fatto – ricorda – promuovendo la filiera corta o l’acquisizione del Marchio Prodotti di Qualità Puglia che di fatto garantisce alla nostra uva un plusvalore” e che la Regione incentiva finanziariamente anche ”creando corsie preferenziali per i produttori che decidono di investire proprio sul riconoscimento di disciplinari che garantiscono provenienza e qualità”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.