Valle Isarco, tutti a tavola

valle isarcoIn Valle Isarco, con un inverno 2015-16 così avaro di neve naturale (pur con
piste perfette grazie anche a queste prime spolverate di gennaio) se lo sci
diventa quasi un optional, da Vipiteno fino a Bressanone e Chiusa c’è un
panorama vastissimo di altre opportunità culturali o outdoor, in attesa
delle nevicate ‘vere’ sui 151 km di piste nelle 5 stazioni sciistiche di
Ladurns, Racines-Giovo, Vipiteno-Monte Cavallo, Maranza-Valles e Plose.
Anzi, c’è un motivo in più per non crucciarsi troppo della neve non
abbondante, e visitare la Valle Isarco a prescindere: la Valle Isarco,
infatti, forte di una ultrasecolare vocazione alla gastronomia, alla
vitivinicoltura e all’accoglienza in genere, può esibire la più alta
‘densità’ di riconoscimenti in Italia ottenuti nelle Guide dei vini in
rapporto alla superficie vitata, nonché una serie di ristoranti di alta
qualità, sancita dalle ‘stelle’ Michelin (2 stelle ciascuno per 2
ristoranti: Einhorn a Mules e Jasmin a Chiusa). E a proposito di
ristorazione: da segnare subito in agenda uno degli eventi culinari più
storici d’Italia, e cioè le ‘Settimane della Buona Cucina della Valle
Isarco’ (Eisacktaler Kost), alla 44° edizione dal 4 al 20 marzo 2016 in 21
ristoranti, con il tema conduttore della sostenibilità e della sana
alimentazione.
Tornando ai favolosi vini bianchi della Valle Isarco, puliti, eleganti,
‘croccanti’, aromatici e ricchi: con appena 300 ettari (solo il 6% dell’Alto
Adige), la vitivinicoltura più settentrionale d’Italia vanta ben 6 vini
bianchi con i ‘3 bicchieri’ Gambero Rosso 2016. Un record!
Questo l’elenco completo dei vini con almeno un‘eccellenza in una Guida:

3 bicchieri Vini d’Italia Gambero Rosso
Alto Adige Valle Isarco Sylvaner 2013 Azienda Agricola Garlider
Alto Adige Valle Isarco Sylvaner R 2013 Tenuta Köfererhof
Alto Adige Valle Isarco Sylvaner 2014 Kuenhof
Alto Adige Valle Isarco Riesling Praepositus 2013 Abbazia di Novacella
Alto Adige Valle Isarco Riesling 2014 Taschlerhof
Alto Adige Pinot Bianco Praesulis 2014 Gumphof

5 Grappoli Guida Bibenda Federazione Italiana Sommelier
Alto Adige Valle Isarco Grüner Veltliner Praepositus 2013 ABBAZIA DI
NOVACELLA
Alto Adige Valle Isarco Kerner Nectaris 2013 CANTINA VALLE ISARCO
Alto Adige Valle Isarco Riesling Praepositus 2013 ABBAZIA DI NOVACELLA
Alto Adige Valle Isarco Sylvaner Lahner 2014 TASCHLERHOF
Alto Adige Valle Isarco Sylvaner R 2013 KÖFERERHOF

Eccellenza Guida Vini d’Italia Espresso 2016 con 18/20
Alto Adige Valle lsarco Kerner 2014 Strasserhof
Alto Adige Valle lsarco Riesling Kaiton 2014 Kuenhof
Alto Adige Valle lsarco Sylvaner Lahner 2014 Taschlerhof
Chiocciola Guida Slowine Slow Food 2016
Azienda Kuenhof

Vini slow:
A.A. Valle Isarco Riesling Kaiton 2014, Kuenhof – Peter Pliger
Grande Vino:
A.A. Valle Isarco Grüner Veltliner Praepositus 2013, Abbazia di Novacella
A.A. Valle Isarco Riesling 2014, Pacherhof – Andreas Huber
A.A. Valle Isarco Riesling 2014, Strasserhof – Hannes Baumgartner
A.A. Valle Isarco Sylvaner Aristos 2014, Cantina Valle Isarco
A.A. Valle Isarco Sylvaner R 2013, Köfererhof – Günther Kerschbaumer

Quanto ai ristoranti – che in Valle Isarco possono giovarsi delle materie
prime di una produzione agricola varia e qualitativa nei masi fra i 500 e i
1500 metri di quota – ha confermato le 2 stelle Michelin lo Jasmin dello
chef Martin Obermarzoner a Chiusa. E per la prima volta ha preso 2 stelle
anche la Gourmetstube Einhorn (presso Romantikhotel Stafler) a Mules di
Vipiteno, con lo chef emergente Peter Girtler (cuoco dell’anno 2016 in Alto
Adige), 43 anni, in passato collaboratore di Heinz Winkler ad Aschau in
Germania. Lo Stafler è stato anche soggetto a importanti ristrutturazioni e
ha riaperto a dicembre 2015 con 31 nuove camere con nuovi bagni e doccia a
filo pavimento in vetro trasparente, nuova linea di colazione gourmet con
scelta ancor più ampia di prelibatezze tipiche e nuove ricette di piatti
caldi; e in spa nuovi trattamenti “health & balance” per l’apparato motorio.
Dal punto di vista ricettivo, quella dello Stafler non è comunque l’unica
novità. Nell’intera Valle Isarco continuano miglioramenti e investimenti
sulle strutture ricettive – perpetuando una secolare tradizione di
ospitalità e accoglienza, in quanto principale passaggio alpino fra nord e
sud di Europa.
L’Hotel Fischer, a Cleran di Sant‘Andrea Bressanone ha inaugurato un nuovo
reparto benessere con piscina coperta e ampliamento del reparto sauna, nuovo
ristorante, nuova terrazza, nuovo bar e lobby.
Il Familienhotel Huber, a Valles, ha aperto una nuova piscina coperta con
Infinity-Pool con vista sulle Dolomiti (120 m²), dress-on Sauna per tutta la
famiglia (55 gradi), piscina per bambini (34 grad)i con divertenti
animaletti, scivolo gigante illuminato con misurazione della velocità (45
m), sala fitness, nuova sala giochi per i bambini (200 m²), parco giochi.
Il Parkhotel Holzer di Maranza da dicembre 2015 ha una nuova Infinity pool.
Il Biohotel Pennhof a Barbiano è stato ristrutturato: sala da pranzo con
bellissima vista sullo Sciliar, nuovo reparto sauna, chalet con tinozza da
bagno e forno a legna esterno, nuovo sentiero aziendale fra i castagneti che
poi si collega al Sentiero delle Castagne ufficiale, cibo tutto biologico
(cibo) e materiali naturali nell’arredamento.
Il Plunhof, in Val Ridanna, ha aperto la nuova favolosa Spa Minera
Il Familienhotel Sonnwies a Luson è stato completamente ristrutturato e
ampliato.
Il Familienhotel Feuerstein ha allestito un tappeto mobile per i bimbi sugli
sci nel suo grande prato innevato esclusivo.
Infine è appena nato a Racines l‘Almina Family & SPA, 4 stelle con 62 camere
dai 25 ai 45 mq con centro benessere di 2000 mq per grandi e piccini, 5
saune diverse tra cui la particolare ‘Stubensauna’.
INFORMAZIONI:
CONSORZIO TURISTICO VALLE ISARCO,

Apfelschmarren, Foto HGV-Tappeiner AG.JPG

Un piatto della scorsa edizione, il Kaiserschmarrn, nella foto HGV Tappeiner
AG

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.