Vaporetti ecologici a Venezia

Venezia bella e delicata. Venezia da tutelare. E se i vaporetti non inquinassero? Meglio, molto meglio. Natanti spinti da motori elettrici e alimentati a biocarburanti. Fantascienza? Nient’affatto, realtà. Una prospettiva che verrà presentata mercoledì 23 febbraio 2011 presso la Scuola Grande San Giovanni Evangelista a Venezia dove verranno esposti i risultati di uno studio di fattibilità avviato nell’ambito del progetto “Biosire”. “Biosire” è un progetto comunitario triennale, finanziato dal programma IEE (Intelligent Energy for Europe), creato per promuovere sistemi di mobilità sostenibile basati sull’impiego di biocarburanti e sulla propulsione elettrica nelle aree ad alta valenza turistica d’Europa. Tra i partner la Regione Veneto che ha affidato a Veneto Agricoltura l’incarico di valutare gli effetti di una potenziale transizione verso l’impiego di biocarburanti nei natanti a uso turistico che solcano la Laguna di Venezia.Due le tipologie di biocarburanti considerate: l’olio vegetale puro prodotto da colture energetiche dedicate (in primis la colza) nelle aree rurali limitrofe; il biodiesel prodotto dal recupero e dal trattamento degli oli alimentari di cottura esausti raccolti in città. Presenti, tra gli altri, l’Assessore regionale Renato Chisso, l’Amministratore Unico di Veneto Agricoltura Paolo Pizzolato e l’Assessore comunale di Venezia Gianfranco Bettin. A relazionare i tecnici Giustino Mezzalira, Federico Correale Santacroce e Luigi Barella di Veneto Agricoltura e Andrea Ballarin della Regione Veneto. I lavori si occuperanno anche dei limiti e delle prospettive della filiera dell’olio vegetale puro e della raccolta degli oli alimentari esausti con gli esperti dell’Aiel (Associazione Italiana Energie Agroforestali) e di Veritas Spa. Il forum proseguirà nel pomeriggio con una tavola rotonda.
Le attività del progetto Biosire continueranno il 24 febbraio 2011, sempre presso la Scuola Grande San Giovanni Evangelista a Venezia, con il “IV Biosire International Workshop” aperto al pubblico e dedicato al ruolo del trasporto sostenibile.

Un Commento in “Vaporetti ecologici a Venezia”

  • Walter scritto il 19 febbraio 2011 amsabatoSaturdayEurope/Rome 9:56

    Speriamo davvero si riesca ad applicare una qualche soluzione ecologica, perché l’inquinamento prodotto dai vaporetti non guasta solo l’acqua ma anche le case, i palazzi, i monumenti. La cui pulizia tra l’altro ha un costo esorbitante.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.