Vena del gesso: bici e paesaggio

Il Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnolo diventa protagonista con Mbike Festival, una granfondo off-road targata Sportur in programma a Riolo Terme sabato 29 e domenica 30 maggio. Una occasione per scoprire le bellezze dell’area protetta, una festa delle due ruote con stand, esibizioni freestyle e le lezioni dei maestri della Scuola Italiana di Mountain Bike.Partenza e arrivo a Riolo Terme, borgo storico e comune più importante del “Parco”. Tre i percorsi previsti di 45, 32, 25 km, tracciati nei luoghi più importanti: gli speroni rocciosi di Monte Mauro (mt 490) e Monte Albano (mt 500), sospesi tra la valle del Senio e quella del torrente Sintria; il Parco del Carnè e le grotte delle Tanaccia; Brisighella, città medioevale sorta nella vallata del Lamone.
Gli sterrati e i sentieri della Granfondo del Gesso verranno poi tabellati e segnalati con appositi simboli e rimeranno “tracce” permanenti per chi vorrà scoprire le emergenze naturalistiche, storiche e culturali del territorio.
La Granfondo è aperta a tutti e assegnerà il titolo di Campione Italiano MTB Escursionismo Uisp in base ad un punteggio che premierà la squadra con il maggior numero di ciclisti e con il maggior numero di chilometri “pedalati”. Il via alle ore 8.30 da Corso Matteotti. Il costo dell’iscrizione è di 10 € per gli escursionisti tesserati e di 13 € per amatori non provvisti di tessera.
Il “Mbike Festival” animerà con il suo “Villaggio” Riolo Terme per tutto il week-end. Sono previsti nelle giornate di sabato e domenica stand tecnici, spettacoli di Ciclotrial, Bmx, Freestyle con la presenza di alcuni tra i più importanti atleti italiani. Saranno inoltre presenti alla manifestazione i maestri della Scuola Italiana di Mtb che organizzeranno giochi e daranno consigli ai ciclisti più giovani e alle prime armi. Il “Villaggio del Bike” sarà animato da musica, spettacoli e stand gastronomici con prodotti tipici del territorio.
La manifestazione è inserita nel progetto della Regione Emilia Romagna chiamato Bike & Go, nato per incentivare l’uso della bicicletta e uno stile di vita sano. E’ organizzata da Sportur, in collaborazione con il Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, Riolo Terme e gli altri Comuni del “Parco”. “Un evento di questo tipo – Spiega Emma Ponzi, Sindaco di Riolo Terme – è una grande occasione per far conoscere questa parte di Romagna. Ci auguriamo veramente che Riolo venga “invasa” dai biker e che la manifestazione sia un’occasione per far scoprire i percorsi che attraversano la Vena del Gesso. Il turismo sportivo rappresenta un settore importante – continua il “primo cittadino” del borgo affacciato al fiume Senio – in modo particolare quello con attività che si posso svolgere a diretto contatto e nel rispetto della natura”.
“LA GRAN FONDO DEL GESSO, LA NOSTRA PICCOLA OLIMPIADE”
PAROLA A EUGENIO FUSIGNANI, ASSESSORE AI PARCHI DELLA PROVINCIA DI RAVENNA
E PRESIDENTE DEL PARCO REGIONALE DELLA VENA DEL GESSO ROMAGNOLA
Crede in un evento come il Mbike Festival come promozione del territorio?
L’organizzazione di un evento come la Granfondo del Gesso attira l’attenzione del mondo dei bikers sul Parco della Vena del Gesso Romagnola ed è la miglior forma di promozione territoriale. Lo sport, in generale, ha da sempre rappresentato un elemento importante nella valorizzazione di un territorio. Non si spiegherebbe diversamente l’accanimento degli stati per farsi assegnare eventi sportivi. Ecco, nel nostro piccolo, riteniamo che la Gran fondo del Gesso possa diventare la nostra piccola “olimpiade” permanente.
Come vede il connubio tra Parco e Mtb?
Il territorio è ideale per attività del tempo libero. La peculiarità originale è la speleologia, ma le escursioni in mountain bike sono sicuramente un’attività a cui il Parco è particolarmente vocato.
La biciclette rimane uno dei mezzi più ecologici
Credo che la mountain bike sia, dopo le passeggiate a piedi, il mezzo più ecologico e rappresenti un mezzo ideale per scoprire le bellezze ed i segreti del Parco. L’abbinamento sport e natura rappresenta una risposta importante alle esigenze di una fruizione del territorio più sana, consapevole e responsabile. Integra la già eccellente offerta turistica della provincia con forme di “turismo lento” che consentono di essere praticate con la testa e non solo con le gambe.
Da qui parte l’idea di trasformare i percorsi di gara in sentieri permanenti
Con un finanziamento regionale, dedicato alla promozione dei percorsi ciclabili nei Parchi, è nostra intenzione tabellare ed attrezzare in modo permanente il percorso di gara, così da farlo divenire motivo di visita da parte degli appassionati di questa disciplina sportiva ed escursionistica. Un po’ come quello che si è fatto col percorso della “9 Colli”.
I bikers potranno diventare anche turisti?
L’idea di avere un percorso siglato magari da operatori del territorio anche fuori dall’evento, consentirà ai bikers di visitare con maggior calma e disponibilità il territorio. Le bellezze naturalistiche ma anche le eccellenze eno-gastromiche e le floride aziende agricole della “Vena”, produttrici delle coltivazioni tipiche del territorio.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.