Vespa cinese del castagno: in E-R prosegue la lotta biologica

castagnaR
Comincia a dare risultati l’impegno della Regione Emilia-Romagna contro la Vespa Cinese del castagno. Lo sottolinea la Regione in una nota, precisando che l’antagonista della Vespa Cinese, il parassitoide Torymus, si sta ambientando e ha cominciato a riprodursi. Infatti, una parte dei Torymus utilizzati nei 155 lanci compiuti nel mese di maggio sul territorio regionale (oltre il doppio di quelli del 2012) provengono da castagneti nei quali è in corso dal 2010 la lotta biologica, segno dunque che l’antagonista si sta ambientando. Il dato è confermato dalle rilevazioni periodiche compiute dal Servizio fitosanitario. Considerando l’esperienza del Piemonte, la prima regione colpita nel 2002, occorrono in media 6-7 anni affinché si ristabilisca un equilibrio tra Vespa Cinese e Torymus. La situazione è stata disegnata in un incontro promosso dalla Regione, con tecnici e ricercatori fitosanitari anche dei Consorzi provinciali, esperti dell’Università di Modena e Reggio Emilia e del Centro Agricoltura Ambiente ‘Giorgio Nicoli’, con i Consorzi e le associazioni di castanicoltori. “La lotta biologica alla Vespa Cinese in Emilia-Romagna – ha spiegato l’assessore all’Agricoltura, Tiberio Rabboni – ha realizzato quest’anno un’ulteriore tappa. Il prossimo anno effettueremo un’ulteriore importante campagna di lanci, soprattutto dove il processo riproduttivo dell’antagonista non procede speditamente, con particolare attenzione ai castagneti da frutta e a quelli di valore storico-monumentale. A settembre ospiteremo in Regione il quarto Convegno europeo del castagno. Sarà l’occasione per confrontare la nostra esperienza con quella delle altre realtà europee e per chiedere un maggiore sostegno all’Europa e ai Governi nazionali”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.