Vignaioli verso marchio di qualita’

La Fivi – Federazione italiani vignaioli indipendenti, nata nel luglio 2008 per tutelare la figura del vignaiolo, si riunira’ domani in assemblea presso la Reggia di Colorno. L’assemblea – informa una nota – sara’ l’occasione per fare il punto sui primi risultati raggiunti tra cui – come ricorda il presidente Costantino Charrere – ”l’adozione di un marchio comune che verra’ apposto dagli associati sulle proprie bottiglie per assicurare la riconoscibilita’ di un prodotto che si contraddistingue per qualita’ ed autenticita”’. Per vignaiolo – precisa la Fivi – si intende colui che coltiva le sue vigne e ne imbottiglia in cantina il prodotto, curando personalmente il proprio vino. Vende tutto o parte del suo raccolto in bottiglia, sotto la sua responsabilita’, il suo nome e con la sua etichetta. In altre parole, deve riunire all’interno della propria azienda le tre fasi, dalla produzione e vinificazione delle uve alla commercializzazione, requisiti considerati garanzia di qualita’ e autenticita’ dei vini italiani. In occasione dell’assemblea – aggiunge la nota – verranno poi gettate le basi anche per le iniziative che saranno realizzate nei prossimi mesi, tra cui il Salone dei Vignaioli ed un convegno a livello nazionale che, come anticipa il presidente Charrere, avra’ come tema ”la questione dell’etilometro e la necessita’ di creare una coscienza critica, partendo dal concetto cibo-salute-vino, soprattutto nei confronti dei giovani”. Il Salone dei Vignaioli si svolgera’ a Torino nel prossimo mese di novembre e – ricalcando il modello di successo gia’ sperimentato dai vignerons francesi – prevedera’ per i visitatori la possibilita’ di conoscere personalmente i vignaioli e di acquistare direttamente il vino sul posto. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.