Vigneti, frutteti e seminativi: il continuo aumento del costo della terra


In 10 anni il prezzo della terra è aumentato del 22%. La crescita maggiore, con il 28%, spetta ai vigneti anche se con variazioni differenziate a seconda delle zone. Seguono i seminativi (+25%), mentre in coda ci sono i terreni coltivati a frutteto, oliveto e prato che incrementano i loro valori intorno al 7/10%. I dati sono emersi oggi in un convegno della Confagricoltura, dove il presidente Mario Guidi ha fatto notare come la crescita più significativa dei valori si sia registrata nei settori e nelle zone geografiche che vantano maggiori opportunità di reddito. Nel Nord, infatti, la maggior parte dei prezzi medi supera i 20 mila euro, con un massimo di 44 mila euro per ettaro nel nordest, in sostanza valori più che doppi rispetto a quelli del Sud dove non si superano i 16 mila euro ad ettaro. “La terra – ha precisato Guidi – rimane un fattore insostituibile per accrescere le dimensioni dell’azienda ed essere competitivi, ma ha un valore costantemente in crescita e insostenibile”; non è un caso, infatti, che si ricorra sempre più spesso a l’uso di superfici in affitto, un fenomeno cresciuto in 10 anni del 52,4%, che riguarda oggi 4,5 milioni di ettari pari al 35-40% della superficie coltivabile nazionale. Da qui il richiamo del presidente ad avere politiche mirate ad agevolare il mercato fondiario, favorire l’accesso al credito e il ricambio generazionale, ma anche individuare modelli giuridici che incentivino aggregazione e integrazione delle imprese.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.