Vini ad Arte: il 5 e 6 maggio a Faenza protagonista il Sangiovese

sangiovese bicchier
Nuova data, ma stessa formula per l’ottava edizione di Vini ad Arte: l’anteprima del Romagna Sangiovese in programma a Faenza il 5 e 6 maggio 2013.
Nella suggestiva location del Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, riconosciuta dall’Unesco “Espressione dell’arte ceramica nel mondo”, si daranno appuntamento un selezionato gruppo di produttori di Romagna Sangiovese per presentare le ultime annate. Ma ci sarà spazio anche per l’Albana. In particolare, durante la manifestazione sarà possibile degustare i vini ammessi alla finale di Albana Dei, la kermesse dedicata all’Albana che si terrà a Brisighella di Faenza nei giorni immediatamente precedenti a Vini ad Arte 2013.
L’evento, che durerà due giorni, sarà aperto al pubblico nella giornata di domenica, mentre il lunedì sarà riservato alla stampa e agli operatori.
Domenica 5 maggio, a partire dalle ore 15 e fino alle 19, gli appassionati riceveranno un calice su cauzione e potranno effettuare diverse degustazioni di prodotti a scelta, ma anche partecipare come spettatori al Master del Sangiovese, la competizione che premia il sommelier più preparato sulla denominazione bandiera della Romagna. Da segnalare inoltre che una parte del ricavato ottenuto dalla vendita dei biglietti sarà devoluto alla fondazione “Banco Alimentare”.

Protagoniste insieme ai vini saranno le ceramiche, affini al sangiovese per il legame con la terra. Le argille infatti sono un elemento della composizione pedologica dei vigneti della Romagna e al tempo stesso materia prima per le ceramiche custodite nel Museo. Un connubio tra arte e vino che affascinerà il pubblico rafforzando la percezione di essere al centro di un territorio ricco di cultura e tradizione.
Ancora una volta sostenitori del progetto saranno il Consorzio Vini di Romagna e il Convito di Romagna che, con passione ed entusiasmo, si dedicano da anni all’organizzazione di questa manifestazione, con l’obiettivo di far conoscere un vino, il Romagna Sangiovese, che sempre di più rappresenta con personalità le sfumature del territorio che lo genera.
Il Consorzio Vini di Romagna, che ha ottenuto nell’agosto 2012 dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali il prestigioso riconoscimento dell’Erga Omnes, sottolinea nella persona del presidente Giordano Zinzani l’importanza di Vini ad Arte: “E’ una vetrina di assoluto prestigio perché, oltre a presentare i vini di Romagna, permette di far conoscere al consumatore e agli addetti del settore un territorio ricco di cultura, arte e tradizione. Ci auguriamo che questa manifestazione continui a crescere, diventando un appuntamento irrinunciabile”.

Cristina Geminiani dell’azienda Fattoria Zerbina, portavoce del Convito di Romagna, consorzio volontario che riunisce 9 produttori di eccellenza, racconta il crescente interesse della stampa e del pubblico nei confronti del Sangiovese: “E’ un vitigno estremamente versatile che trova in questa regione la possibilità di esprimersi in varie versioni a seconda dei territori di appartenenza e delle sensibilità del produttore: dalle espressioni più semplici e fruttate dell’ultima vendemmia a quelle più strutturate ed impegnative delle Riserve. Il Convito raggruppa un numero di aziende che riescono a rappresentare il territorio nella sua globalità: dai Sangiovesi più fruttati e freschi dell’Imolese per passare nel Faentino e Forlivese ad una tannicità più austera e potente e proseguire verso il mare, che dà al Sangiovese una sfumatura più fruttata e strutturata”. E conclude: “Grazie agli sforzi compiuti dai produttori negli ultimi anni, sono arrivati anche i riconoscimenti più importanti: 34 tre bicchieri, 45 Cinque grappoli, una decina di eccellenze de l’Espresso, diverse referenze recensite su The Wine Advocate e Wine Spectator”.
̴
Il Consorzio Vini di Romagna fondato nel 1962 a Faenza riporta sul marchio l’immagine del Passatore, brigante ed avventuriero che nella metà dell’800 scorrazzava per le terre di Romagna, una scelta controcorrente tipica del carattere dei romagnoli. Obiettivi del Consorzio sono la qualità dei vini, l’equilibrio dei prezzi, la promozione del prodotto e del territorio.
Il Consorzio in numeri: 9 cantine cooperative, 84 produttori vinificatori, 11 imbottigliatori, 4890 aziende viticole.

Il Convito di Romagna nato nel 2001 è un consorzio volontario che riunisce 9 produttori di eccellenza che hanno fatto del Sangiovese la propria bandiera, dimostrando con la loro tenacia e passione la qualità di questo vino. Sono socie del Convito di Romagna le aziende: Tre Monti, Stefano Ferrucci, Podere La Berta, Fattoria Zerbina, Calonga, Poderi Morini, Drei Donà – Tenuta La Palazza, Santa Lucia Vinery e San Valentino.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.