Vini Veri, ingredienti in etichetta sia obbligo di legge

barriqueCosa c’é dentro un vino? Nessuna etichetta lo indica. Salvo la presenza di eventuali solfiti, non c’é bottiglia commercializzata che riporti in maniera trasparente eventuali addizioni e stabilizzazioni forzate in cantina. “E il vino è l’unico prodotto alimentare in cui per legge non possono essere scritti in etichetta gli ingredienti” ha detto, con l’auspicio di “avere la possibilità di scriverli gli ingredienti”, il presidente del Consorzio Vini Veri Giampiero Bea, a nome dei sempre più numerosi vignaioli italiani che escludono l’utilizzo di chimica di sintesi. La mancanza di trasparenza, ha sottolineato Bea, “non consente ai consumatori scelte d’acquisto consapevoli e non differenzia i produttori convenzionali da quelli naturali, col risultato di non tutelare i viticoltori che sono veri e propri custodi della natura e delle diverse identità”. “Non vogliamo dire agli altri produttori come fare il vino – ha precisato il presidente del Consorzio Vino Veri – vogliamo continuare a fare il nostro lavoro nella legalità. E vogliamo dare voce e valorizzare il lavoro di chi, come noi 17 produttori associati, esclude la chimica di sintesi. Tutte piccole realtà, non importa se bio o non, la nostra sfida è portare l’uva nel bicchiere, portarci vini che si generano da soli, naturalmente, attraverso l’equilibrio tra cicli della natura e lavoro dell’uomo”. In una lettera congiunta inviata al Gambero Rosso da quattro associazioni rappresentative di un migliaio di piccole realtà vitivinicole europee, i vignaioli naturali precisano di essere “i primi a sapere che non può esistere un vino esclusivamente naturale, in quanto prodotto culturale frutto dell’interazione tra l’uomo e la natura. Ma se fosse possibile indicare in etichetta le sostanze aggiunte all’uva, ognuno avrebbe gli strumenti per giudicare quanto un vino sia effettivamente naturale” ha auspicato Bea. L’idea, che sarà alla base della manifestazione ‘Viniveri 2013 – Vini secondo natura’ che si terrà a Cerea (Verona) dal 6 all’8 aprile con la partecipazione di 120 vignaioli italiani ed esteri, ha detto il vicepresidente del consorzio, il friulano Paolo Vodopivec, “é di rendere visibili quelle piccole realtà che non inquinano, tutelano sapori autentici e l’identità dei diversi territori, non inquinano, e operano scelte etiche che sono sempre di più di riferimento a livello economico. E’ infatti un comparto che cresce quello ‘naturale'”. (di Alessandra Moneti) (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.