Vinitaly: Mastroberardino, giudizio impietoso sull’enologia nazionale

L’Italia del vino produce troppo, comunica troppo poco sul mercato interno e non sa fare sistema ne’ dentro ne’ fuori dai confini nazionali. Impietoso il giudizio sull’enologia nazionale dato da Lucio Mastroberardino, presidente dell’Unione Italiana Vini, nella seconda serie di interviste a istituzioni di categoria, produttori, comunicatori, operatori della distribuzione e della ristorazione, pubblicitari/esperti di costume realizzate da Vinitaly. Il dibattito sul calo dei consumi interni proposto dal piu’ importante Salone internazionale dedicato al vino coinvolge questa settimana, oltre al presidente dell’Uiv, il direttore commerciale di Cantine Riunite Nino Visco, il giornalista Marco Gatti, il presidente di Ais Antonello Maietta e il creativo Riccardo Facci della Facci&Pollini. A chiusura della discussione, durante i giorni di manifestazione verra’ presentata una specifica ricerca di mercato, commissionata per capire il fenomeno e le strategie possibili da adottare. Il confronto, pubblicato sul sito www.vinitaly.com e’ aperto ai commenti e verte su tre domande. Puo’ il Paese primo produttore vivere di solo export, con i rischi rappresentati dalle fluttuazioni monetarie e dalle agguerrite politiche di marketing e distribuzione dei competitori dei cosiddetti Nuovi Mondi? Il gap del mercato italiano e’ di natura economica, culturale o e’ un problema di comunicazione? Perche’ al contrario il trend dell’export e’ in crescita? Condivisa da tutti gli intervistati di questa settimana l’opinione sulle motivazioni che frenano il mercato interno. Per Antonello Maietta ”manca in Italia una vera cultura del vino e la comunicazione talvolta appare distorta”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.