Vino: alla Cavim “quote rosa” e riconoscimenti

Grandi novità in casa Cavim, fra le “quote rosa” nel nuovo consiglio d’amministrazione e importanti riconoscimenti. Tutto nel giro di pochi giorni. Venerdì scorso a Roma, nella sede del Gambero Rosso, il direttore della Cantina Viticoltori Imolesi, Cesare Pasini, ha ritirato il riconoscimento “Oscar qualità/prezzo” assegnato al Colli d’Imola Pignoletto 2011 dalla pubblicazione Berebene 2013 del Gambero Rosso, che nella guida 2012 gli ha assegnato anche i 2 bicchieri. Nata 22 anni fa, la pubblicazione Berebene mette in luce quei vini che alla qualità abbinano un prezzo abbordabile, segnalando nel panorama nazionale “vini che, nonostante il prezzo amico sullo scaffale – cioè sotto i 10 euro -, sono in grado di raccontare territori ed esperienze, contando su carattere e personalità, in una parola anima”. Davvero un bel risultato per il Pignoletto della Cavim, considerando che in totale in Italia sono 691 i vini che hanno ottenuto questo riconoscimento per il 2013, dei quali 28 in Emilia Romagna.
“Per noi è una grande soddisfazione. Dopo i 2 bicchieri assegnati sempre al Colli d’Imola Pignoletto 2011, oggi questo nuovo riconoscimento premia gli sforzi e l’impegno della Cavim in tutti questi anni nel produrre vini di qualità che abbiano al tempo stesso prezzi alla portata di un clientela il più possibile ampia” sottolinea Cesare Pasini.
In vendita nella sede della cantina, a 6,50 euro la bottiglia, oltre che nei ristoranti anche fuori regione, il Colli d’Imola Pignoletto 2011 è prodotto in diecimila bottiglie da uve coltivate in Valsellustra. Si tratta di uno dei prodotti di punta della Cavim, uno dei frutti nati dal progetto “Alta qualità” avviato nel 2008 dalla Cantina Viticoltori Imolesi per produrre vini di qualità, anche per la vendita in bottiglia, attraverso la selezione dei vitigni e dei terreni più vocati.
Non a caso, la stessa pubblicazione “Berebene 2013” scrive a proposito di Cavim: “da qualche anno ha anche una produzione di bottiglie interessanti nella qualità e anche nel prezzo , figlie di un progetto serio che non ha cercato scorciatoie”.
Questo riconoscimento valorizza ancora di più il ruolo di Cavim, che è fra i più importanti produttori di Pignoletto, sia nella versione ferma, con il Colli d’Imola sia in quella frizzante con il Reno Lutio Pignoletto, che fra l’altro nel 2007 ha vinto la Medaglia d’Oro al Palio dei Vini Frizzanti organizzato dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia.
“Quote rosa” in consiglio di amministrazione – Lunedì, invece, si è riunito per la prima volta il nuovo consiglio di amministrazione della Cavim, eletto dall’assemblea del 12 novembre scorso, per il rinnovo delle cariche, andate a naturale scadenza e per la conferma del presidente, dopo la scomparsa nei mesi scorsi dell’allora presidente Domenico Manzoni.
Le novità non sono mancate. In primo luogo sotto il profilo delle “quote rosa”. Su un totale di 15 consiglieri, le donne componenti del Consiglio di amministrazione sono passate da 1 a 4 . Alla riconfermata Matilde Balducci, oggi si affiancano anche le nuove elette Silvia Manzoni, Federica Pratella e Marta Brunori. Tutte e quattro le donne sono a capo di importanti aziende agricole che conferiscono uve alla Cavim. Fra i nuovi ingressi nel cda ci sono anche Cristian Dal Re e Mauro Biancoli, giovani imprenditori agricoli di rilievo. Eletto presidente Giancarlo Bonetti ed alla vicepresidenza Renato Folli e Mauro Zambrini.
Va inoltre sottolineato l’ingresso di una donna anche nel collegio sindacale: si tratta della dott.ssa Isabella Bacchini.
“Con questi nuovi ingressi, i circa 490 soci hanno dimostrato di credere nel nuovo e nell’energia che può venire dalle donne e dai giovani, unita all’esperienza consolidata e all’autorevolezza di coloro che sono stati riconfermati: Alberto Mazzetti, Giovanni Bettini, Maurizio Baldisserri, Carlo Folli, Carlo Buscaroli e Massimo Nardini, importante produttore che rappresenta un folto gruppo di viticoltori laziali – commenta il presidente Bonetti -. Con questa scelta Cavim rafforza la propria struttura per affrontare con ancora maggiore energia e fiducia le sfide del mercato e cogliere quelle opportunità, che pure in un contesto generale difficile, ci sono”.

Tags: , ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.