Vino: bollicine italiane spopolano in Russia

spumante3
L’Italia continua a mantenere il primato sulla Francia delle esportazioni di vino sul mercato russo e anzi sta aumentando il distacco sui competitori d’oltralpe. Ma se i vini italiani piacciono sempre di più agli oligarchi russi (Mosca è la seconda città al mondo con il maggior numero di miliardari), a registrare un vero boom sono gli spumanti italiani che nei primi tre mesi dell’anno, hanno registrato un’impennata eccezionale delle vendite (+467%). Il dato emerge in occasione dell’edizione 2013 di “Solo Italiano”, tour organizzato da Iem (International Exhibition management) in collaborazione con l’Agenzia Ice per promuovere il vino made in Italy nel paese degli Urali; al tour partecipano circa 80 aziende italiane provenienti da più regioni. La quota di mercato dei vini italiani in Russia oscilla intorno al 25%, raggiungendo il 69,2% per gli spumanti. Non solo. La performance tricolore nel primo trimestre sul mercato dell’ex Urss è “di gran lunga la migliore” fra i principali fornitori della Federazione, con un +79,6% a 43,6 milioni di euro. La cultura del buon vino sta dunque diffondendosi anche nel mercato russo. Il trend vede decisamente aumentare la richiesta di vino in bottiglia rispetto allo sfuso per un consumatore che é diventato più esigente e predilige un prodotto di qualità. Secondo alcune stime il consumo di vino pro-capite nella nazione degli Urali – stabile da diversi anni tra i 5 e i 7 litri – è destinato ad aumentare del 18% entro il 2016, offrendo così ulteriori margini al prodotto tricolore.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.