Vino: Bordeaux invasa da acquirenti cinesi, a rischio gioiello francese

bordeaux
E’ ormai una vera invasione quella dei cinesi tra le vigne di Bordeaux, si calcola che la frequenza delle acquisizioni nella regione sia arrivata ad uno château al mese. Lo riferisce Winenews e con questo ritmo la Francia potrebbe perdere uno dei suoi gioielli più significativi, visto che oggi gli chateaux che ‘battono’ bandiera cinese sono già una cinquantina. Il problema ha aperto una discussione nella regione dove, se alcuni sono preoccupati nel vedere asset importanti controllati da investitori esteri, altri, invece, ritengono il fenomeno positivo sia dal lato del ritorno immediato di risorse sul territorio, sia dal fatto che l’interesse cinese mantiene alto l’appeal del vino francese nel mercato del Paese della Grande Muraglia. Acquisizioni cinesi che comunque restano limitate alle denominazioni meno importanti della Gironda, alle aziende più marginali, piccole e non troppo conosciute, con qualche rara eccezione. Il ‘bordolese’ è un vero universo a sé: formato da 37 denominazioni, conta 125 mila ettari vitati e rappresenta il 30% della produzione francese; il tutto con un potenziale produttivo di 860 milioni di bottiglie, di cui 95% a denominazione e circa 70mila produttori.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.