Vino Chianti cambia disciplinare, uscirà prima sul mercato

chianti
Una modifica al disciplinare del Chianti che prevede, tra l’altro, la possibilità di “un’anticipata immissione al consumo del vino”. E’ quanto approvato dall’assemblea dei soci del Consorzio Chianti e illustrato, in una nota, dal suo presidente Giovanni Busi. “Quando il nuovo disciplinare approvato dall’Assemblea, alla fine dell’iter burocratico, entrerà in vigore – ha ricordato il presidente del consorzio – dovremo tenere conto di un aumento della produzione, per effetto dell’aumento delle nuove rese ettariali, che in parte sarà compensata dalla minore produttività dei vigneti obsoleti. La nuova normativa regionale prevede inotlre la possibilità di rivendicare un vino a denominazione di origine, come il Chianti, da vigneti idonei alla produzione di quel vino, qualora il produttore detenga in portafoglio un idoneo diritto di reimpianto”. Secondo Busi ”nonostante il buon andamento del mercato riteniamo che almeno per il momento non si possa immaginare un aumento delle superfici dove viene prodotto il nostro vino”. Da qui la decisione del Consorzio Chianti, e anche di quello del Chianti Classico, di limitare le superfici vitate ponendo uno stop a nuovi vigneti o al loro ampliamento”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.