Vino e cucina, ancora ruoli divisi tra uomo e donna


Gli stereotipi sono duri a morire, anche nel mondo del wine & food: se alla scelta e all’acquisto del vino continuano a pensarci soprattutto gli uomini (77%), tocca alla maggioranza delle donne (71%) il compito di stare ai fornelli. Tra le abitudini degli appassionati c’e’ anche quella di bere prevalentemente a cena (46%), di acquistare il vino al supermercato (34%) e di andare al ristorante mediamente 2-3 volte al mese (27%). Quando sceglie le etichette il 32% non segue i consigli di nessuno, preferendo affidarsi alla propria esperienza e curiosita’. La maggioranza (64%) si dichiara indifferente alle novita’ del mercato degli accessori, l’83% presta attenzione all’abbinamento cibo-vino anche quando mangia a casa, e il 63% dedica mediamente un’ora al giorno alla preparazione dei pasti. Ecco i risultati del sondaggio – realizzato da www.winenews.it e Vinitaly (www.vinitaly.it) al quale hanno risposto 1.249 enonauti. Quando si tratta di scegliere e acquistare il vino, non ci sono dubbi: e’ un compito che spetta ancora ai maschi: il 77% degli enonauti afferma che ad occuparsi dello shopping di bottiglie tocca all’uomo di casa, a fronte di un 23% di donne che si assume la responsabilita’ di decidere cosa versare nei bicchieri. Eppure gli uomini delegano ben volentieri quando si tratta di cucinare: nel 71% dei casi e’ la moglie (o la compagna, o la madre) ad occuparsi della preparazione dei pasti. Solo il 29% dei ”maschietti” si mette personalmente ai fornelli. Ma qualcosa si muove: c’e’ chi ha risposto di alternarsi ogni tanto nella preparazione dei pasti alla moglie o alla compagna; una percentuale che, seppur minoritaria rispetto al totale delle risposte, sembra comunque mostrare un segnale di maggior coinvolgimento delle ”quote azzurre” dedicate alle pentole. Per la frequenza con cui si beve vino, la regola generale e’: poco, ma bene. La maggioranza preferisce bere solo a cena (46%), ma e’ ampio lo ”zoccolo duro” che afferma di bere un bicchiere di vino a tutti i pasti (35%). C’e’ poi chi (15%) ama bere per l’aperitivo, rito letteralmente dilagato nel nostro Paese negli ultimi anni, mentre sono in netta minoranza coloro che bevono unicamente a pranzo (4%). Ma dove si compra il vino? La comodita’ e la convenienza portano il 34% degli enonauti a fare acquisti soprattutto nella grande distribuzione – supermercato o ipermercato – mentre il 31% si rivolge in enoteca, in particolare quando cerca un’etichetta particolare. Il 28% compra invece direttamente dal produttore, mentre solo il 7% si rivolge ad internet. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.