Vino: Fedagri, l’export per le coop vale il 34% del fatturato

”Nel 2010 le esportazioni di vino italiano hanno raggiunto la quota record di 22 milioni di ettolitri. Di contro i consumi di vino in Italia sono fermi a quota 24,5 milioni. Se questo trend si confermera’ anche nei prossimi anni, l’Italia sara’ presto un Paese exported oriented. In vista di un tale traguardo, occorre lavorare per tempo per essere in grado di riuscire a governare quello che, di fatto, rappresentera’ un cambiamento epocale”. Cosi Maurizio Gardini, presidente di Fedagri Confcooperative, in merito ai dati Oiv e Istat 2010 sull’andamento del settore vitivinicolo nazionale. Di export vitivinicolo e dei nuovi scenari dell’internazionalizzazione del comparto si e’ parlato oggi a Verona nell’ambito della conferenza stampa dal titolo ”Mettiamo radici in tutto il mondo” organizzata da Fedagri-Confcooperative. Si mantiene molto alta la propensione delle cantine cooperative all’internazionalizzazione: ”Di tutti i settori agroalimentari – ha commentato Antonello Ciambriello presentando i dati Fedagri sull’export 2010 delle cantine cooperative aderenti all’Organizzazione – il vino e’ sicuramente il comparto maggiormente internazionalizzato, con il 58% delle cantine che puo’ essere definito esportatore abituale ed il fatturato da export che rappresenta oltre il 34% dell’aggregato, in crescita del 18% rispetto al 2009. L’incidenza maggiore nei fatturati si ha al crescere della dimensione aziendale. Secondo l’indagine presentata da Fedagri, infatti, per le cantine cooperative con fatturato inferiore a 2 milioni di euro, l’export rappresenta solo il 6,8% del valore della produzione, mentre raggiunge l’8,9% nelle cantine cooperative con fatturato compreso tra 2 e 10 milioni di euro. Sale al 31,4% per cantine di media dimensione, con valore della produzione compresa tra 10 e 50 milioni di euro e supera il 39% nelle cantine e consorzi cooperativi il cui fatturato e’ maggiore a 50 milioni di euro l’anno. Tra i mercati di maggiore interesse, la Germania in cui esporta l’83% delle cooperative Fedagri, seguito da Usa (45%), Canada e Svizzera (41%) e Inghilterra (35%). Nel corso della conferenza stampa sono state presentate due case history di successo, quella della friulana Vivai Cooperativi di Rauscedo presentata da Giorgio Giacomello, cooperativa leader per la produzione e commercializzazione di barbatelle, che nel 2010 ha esportato 26 milioni di barbatelle in 32 Paesi nel mondo e quella della Cavit di Trento, illustrata dal Direttore Generale Enrico Zanoni, un’esperienza imprenditoriale che dalla fine degli anni 70 ad oggi, e’ diventata il primo esportatore italiano negli Stati Uniti con una quota di mercato in volume 1,5 volte superiore al secondo brand italiano presente negli States. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.