Vino, critico internazionale Galloni: “stop moda metodo biodinamico”

vini Emilia romagna‘Il primo compito del vino è quello di essere buono se poi può essere fatto con il minimo impatto sull’ambiente è ancora meglio”.

A parlare è Antonio Galloni, fondatore della piattaforma multimediale Vinous, indiscussa autorità della critica enologica a livello mondiale, intervenuto ad una tavola rotonda organizzata dal Fondo per la formazione in agricoltura, Foragri, sul rapporto tra sostenibilità della produzione e mercato. ”La responsabilità di un produttore oggi è fare un vino di altissima qualità, poi che sia con metodo biodinamico, biologico o convenzionale non è importante – ha chiarito Galloni – bisogna cercare di produrre al meglio, senza seguire le mode quanto piuttosto il trend climatico delle varie annata; in quella dello scorso anno, ad esempio, ha piovuto moltissimo e bisognava intervenire a livello agronomico nei vigneti altrimenti non facevi vino”.

Quanto alle bottiglie prodotte da uve coltivate con metodo biodinamico, basato sulla ricostituzione della fertilità del terreno, Galloni è stato esplicito: ”non deve diventare una moda o una mania quanto una scelta mirata, perché il vino deve riflettere innanzitutto il territorio da cui proviene e l’Italia, sotto questo punto di vista, è davvero un Paese unico in Europa per la varietà incredibile delle sue produzioni, dove un bianco siciliano non ha niente a che fare con uno dell’Alto Adige; un patrimonio di cui i produttori italiani ancora non si rendono pienamente conto”.

Per Galloni ”il consumatore di oggi cerca vini che esaltino l’unicità dei luoghi in cui vengono prodotti, un messaggio che il produttore deve fare proprio”. Difficile, infine, stabilire il vino migliore dell’anno, ma Galloni per questa estate ha assicurato che berrà il Cerasuolo, vino della sua terra di origin

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.