Vino, il Frascati è a rischio scomparsa. Le uve sono sottopagate

uvia bianca
Dopo migliaia di anni di storia rischia di sparire il Frascati, il vino piu’ celebre al tempo degli antichi romani. A lanciare l’allarme e’ la Coldiretti che per la prima volta ha portato un carico di uva dalle campagne nel pieno centro di Roma per la vendemmia con la distribuzione gratuita dell’uva pagata sottocosto ai viticoltori (-45% rispetto allo scorso anno). L’obiettivo della manifestazione ‘Salviamo il Frascati’, che ha coinvolto centinaia di agricoltori, e’ il rilancio di un vino e della sua storia che rischia di essere brutalmente interrotta. Negli ultimi 40 anni il prezzo delle uve del ‘Frascati’ e’ diminuito fino a livelli che oggi – sottolinea la Coldiretti – non garantiscono piu’ neanche la copertura dei costi di produzione per effetto di un sistema drogato che ha finito col favorire soggetti esterni alla filiera agricola e impoverito le aziende. I prezzi proposti per le uve quest’anno sono quasi dimezzati rispetto ai 43 euro/quintale dello scorso anno. A rischio, sottolinea l’organizzazione, ”non c’e’ dunque solo una attivita’ economica, ma un intero sistema produttivo, ambientale e culturale fortemente radicato al territorio come quello del Lazio che puo’ contare su 30 mila ettari circa di vigneto dai quali si producono mediamente oltre 2,7 milioni di ettolitri di vino all’anno”. Come risposta alla crisi la Coldiretti propone una valorizzazione delle caratteristiche distintive dei vini dei Castelli e del territorio attraverso un coinvolgimento di tutti gli attori della filiera e delle istituzioni locali, e la promozione di ulteriori strumenti come la vendita diretta dalla cantina e un rafforzamento dell’azione di controllo da parte delle autorita’ preposte.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.