Vino, impegno dell’Italia contro le discriminazioni del fisco russo


L’Italia ha “già attivato tutti i possibili canali internazionali” per rimuovere la disparità di trattamento fiscale imposta dalla Russia ai nostri prodotti enologici. Lo assicura il governo attraverso la risposta ad un’interrogazione fornita in commissione agricoltura dal sottosegretario Roberto Rosso. La questione era stata posta da Luca Sani (Pd) che si era rivolto all’esecutivo per capire in base a quale criterio la Russia avesse deciso di aumentare il dazio per l’importazione di vini in modo discriminatorio. Il prodotto italiano subisce infatti un aumento della tassa del 30%, mentre i concorrenti francesi e spagnoli solo del 12%. Per chiedere un chiarimento con le autorità russe – assicura il sottosegretario – sono stati mobilitati il Comitato per la Politica Commerciale della Ue, la nostra ambasciata a Mosca e i ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Agricoltura. Ma finora non sono ancora arrivate risposte dai russi. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.