Vino: in Sicilia rivolta dei produttori contro chiusura Irvv

Il mondo del vino della Sicilia non ci sta all’ipotesi di chiusura dell’Istituto della vite e del vino (Irvv) ventilata negli ambienti parlamentari regionali, in vista dell’approvazione del bilancio, e difende a denti stretti l’Istituto, ritenuto una risorsa ”autorevole e riconosciuta” del sistema pubblico regionale. Sull’ipotesi di soppressione dell’Istituto, Giacomo Rallo, fondatore dello storico marchio Donnafugata, richiama alla prudenza e alla riflessione: ”Senza l’Istituto – dice – il processo di modernizzazione del sistema produttivo vitivinicolo non si sarebbe potuto realizzare e sarebbe stato circoscritto ad una piccola nicchia di produttori. Capisco e sono d’accordo nel definire una politica di razionalizzazione della spesa regionale, ma non e’ detto che questo obiettivo si raggiunga con la cancellazione dell’Irvv. Vedrei meglio, e sarebbe una gratificazione anche per le professionalita’ esistenti nell’ente, che all’Istituto, invece di creare un nuovo organismo, venisse affidata la competenza anche per l’olio extra-vergine d’oliva prodotto in Sicilia”. Giovanni Greco, presidente della Cantina sociale Viticultori Associati di Canicatti’, parla di ”errore grave che non tiene conto della realta’ dei fatti e rischia di mandare in fumo un processo importante di certificazione del vino siciliano, a garanzia delle aziende e dei consumatori”. Gli fa eco il cavaliere del lavoro di Catania Giuseppe Benanti, storico produttore dell’Etna: ”mi sembra un’idea non percorribile, non verrebbe riconosciuto tutto quello che ha fatto l’Irvv per le aziende che sono state supportate, in tutti questi anni, con prestigio. Chi fa queste proposte ignora il funzionamento dell’Irvv”. Tra le voci a difesa dell’Istituto, anche quella di Giorgio Calabrese – presidente dell’Onav e nutrizionista:”Pur comprendendo le idee di razionalizzazione dei costi – dice – invito a riflettere sull’ipotesi di un’eventuale accorpamento dell’Irvv, poiche’ ritengo che l’Istituto svolga un ruolo importantissimo nel campo dell’approfondimento del legame tra territorio, produttori e cultura del vino, soprattutto nell’educazione dei consumatori”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.