Vino: India, export italiano a -14%, colpa di dazi e burocrazia

vino2
Nonostante l’aumento del consumo di vino in India, il Made in Italy stenta a imporsi sulle tavole del grande gigante asiatico. Nel 2012 le esportazioni di vino italiano sono calate del 14% (a 1,4 milioni di euro) rispetto all’anno precedente, secondo dati dell’Istituto Commercio Estero (Ice) che ha appena organizzato un ”road show” a New Delhi e Mumbai per promuovere i prodotti enogastronomici del Belpaese. In termini di quantita’ il calo e’ stato invece dello 0,6%. Con una quota di mercato del 7,9% (dimezzata rispetto al 2011), l’Italia si trova al terzo posto per vendite dopo Francia e Australia. Secondo gli operatori, il mercato indiano del vino cresce del 25-30% all’anno grazie alla nuova classe media e alla diffusione della cucina occidentale. In questi anni la produzione locale, concentrata nello stato del Maharastra, e’ aumentata in valore e qualita’. I vini stranieri, che rappresentano circa il 20% del totale, sono pero’ anch’essi molto richiesti nelle metropoli come New Delhi e Mumbai. ”Per noi del settore, l’India è considerata un mercato emergenti come Brasile, Russia e Cina – dice all’ANSA Sebastiano Ramello, che rappresenta alcune aziende vinicole delle Langhe – ma a differenza di questi Paesi si sta muovendo molto a rilento a causa delle forti tasse e della burocrazia”. Un vino che parte da 3 o 4 euro ”arriva sulla tavola degli indiani a un prezzo di 30 o 40 euro e cosi’ sono ancora pochi quelli che possono permetterselo”. Ramello si lamenta anche delle difficolta’ burocratiche, per esempio nell’invio della campionatura promozionale. ”Basti pensare che bisogna registrare ogni etichetta come se il vino dovesse essere messo sul mercato e venduto – aggiunge – portando cosi’ a dei costi eccessivi per i produttori”. Lo scorso giugno l’India aveva proposto di abbassare al 40% i dazi doganali sull’importazione di vino nel tentativo di sbloccare lo stallo con l’Unione Europea sull’Accordo di libero scambio (Fta) in discussione da sei anni. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.