Vino, l’appello dei produttori:”la riforma della legge 164 semplifichi la vita delle imprese”

sangiovese
Assicurare una vita piu’ semplice e meno cara ai produttori vitivinicoli, ottimizzando gli oneri burocratici e garantendo sanzioni rigorose contro eventuali frodi, senza tunnel privi di uscita in caso di errori gestionali puramente formali. Il mondo della produzione ha molte aspettative nei confronti della nuova legge 164, la legge-base dell’Italia del vino, il cui processo di riforma registra una nuova tappa al ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Sotto la regia del capo dipartimento del Mipaaf delle Politiche di sviluppo economico e rurale Giuseppe Nezzo, sono confrontati istituzioni, enti camerali, e organizzazioni di rappresentanza agricola si sono confrontati proprio per giungere ad una posizione comune soddisfacente. Accolti all’unanimità il principio della semplificazione delle procedure attraverso un sistema che premi qualita’ senza configurare liberatorie, e l’esigenza per gli operatori di avere un unico referente per il disbrigo delle pratiche burocratiche. Apprezzata inoltre l’annunciata informatizzazione delle procedure via web che finalmente eliminerebbe file ai tanti sportelli e consentirebbe piu’ trasparenza alle procedure. Nuove proposte migliorative sono state inoltre formulate sulla semplificazione del piano dei controlli e sulla migliore definizione degli aspetti sanzionatori, al fine di combattere le frodi senza infierire sugli imprenditori incappati in errori di forma. Le categorie di rappresentanza possono ora presentare per iscritto richieste di emendamento all’articolato entro il 23 ottobre, in vista della riunione del 6 novembre di valutazione del testo eventualmente emendato. La prima fase dei lavori di riforma si completera’ quando il Mipaaf presentera’ la stesura definitiva della nuova legge 164 ai ministeri dello Sviluppo Economico e della Salute e alla Conferenza Stato-Regioni. Per consentire l’espressione del parere delle commissioni Agricoltura di Camera e Senato entro il 27 gennaio 2010.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.