Vino: l’India abbassa i dazi, positivo per l’Italia. Un’analisi Winenews

L’India abbassa i dazi sul vino: regimi diversi in base al prezzo, questo crea uno scenario ottimale per il vino italiano. Lo spiega una analisi di Winenews.
Quando si parla dei Paesi emergenti nel panorama economico mondiale, quelli che da qualche anno crescono a ritmi frenetici, ci si concentra spesso sulla Cina, dimenticando che, proprio in Asia, c’e’ un gigante come l’India. Piu’ di un miliardo di abitanti ed una crescita del Pil del 7,7% nel 2011 (secondo le stime Ocse): un mercato decisamente appetibile, anche per il mondo del vino, che, pero’, al momento, sconta un ostacolo enorme, quello di un livello dei dazi sugli “spirits” pari al 150%, una vera e propria barriera all’entrata. Ma le cose potrebbero cambiare presto, perche’ l’India e’ un mercato fatto di grandi contrasti, e se e’ vero che resistono importanti sacche di poverta’, aumenta la percentuale di benestanti, attratti dallo stile di vita occidentale e, ovviamente, dal buon vino italiano e francese. Lo scenario futuro, come riporta Winenews, al quale si arrivera’ procedendo per tappe, da qui ai prossimi 3 anni, prevede una riduzione sostanziale, fino ad arrivare al 40%, della tassazione sul vino importato. Andando nel dettaglio, alla fine del percorso ci troveremmo di fronte a due diversi regimi fiscali: uno per il vino venduto ad un prezzo superiore ai 34-35 euro per cassa (nel mercato indiano ci si riferisce sempre a casse da 12 bottiglie, che equivalgono a 9 litri), che scendera’ dal 150% al 40%, l’altro per i vini con un prezzo compreso tra i 20-21 ed i 34-35 euro per cassa, che scendera’ solo fino al 60%.
Sotto i 20 euro a cassa, invece, i dazi continueranno ad essere del 150%: uno scenario ottimale per la produzione italiana di qualita’. Uno dei problemi che i vini del Belpaese scontano su alcuni mercati, e’ proprio quello legato alla competizione fatta sul prezzo, che porta inevitabilmente ad una svalutazione del valore del nostro vino. Con una segmentazione del genere, al contrario, la qualita’ non ha nulla da temere, perche’ scendendo sotto determinate soglie di prezzo si pagano piu’ tasse, e tanto basta a garantire un valore stabile al vino. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.