Vino: la Commissione oggi a Palermo per dire no alle liberalizzazioni


La Commissione europea partecipa oggi a Palermo al Gruppo ad alto livello sul futuro della produzione di vino in Europa per dire no alla liberalizzazione totale degli impianti di nuove vigne dopo il 2015. Ma anche per gettare le basi di una nuova regolamentazione, “più flessibile e più efficace” che dovrebbe permettere ad alcune Regioni europee – entro determinati limiti e condizioni – di aumentare la loro produzione di vino se destinata, ad esempio, ad incrementare l’export europeo sul mercato mondiale. La questione di come controllare la produzione è estremamente importante per l’Italia e gli altri Paesi produttori europei, in quanto la liberalizzazione degli impianti di nuove vigne prevista nel 2015 rischierebbe di mettere in ginocchio il settore in Europa. Al riguardo il commissario europeo all’agricoltura Dacian Ciolos, in occasione del consiglio informale dell’Ue, lo scorso 11 settembre a Cipro, aveva affermato: “non si può pilotare tutto da Bruxelles”, ci vuole una regolamentazione, non delle micro-gestioni, e coloro che conoscono al meglio i mercati e le opportunità sono sui territori”. La Commissione europea alla riunione a porte chiuse del Gruppo ad alto livello a Palermo presenterà quindi alcune piste su cui discutere con i rappresentanti dei 27 Stati membri per il settore per giungere a novembre a delle conclusioni ufficiali.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.