Vino: le ricette del Censis Servizi per sviluppare il turismo enogastronomico


Il turismo enogastronomico, che in Italia muove dai 4 ai 6 milioni di enoappassionati per un giro d’affari di almeno 3 miliardi di euro, “soffre troppo di polverizzazione, banalizzazione (troppe sagre), ‘disneylizzazione’ dei centri storici, e soprattutto mancanza di progettualità. Occorre saper fare ‘turismo di cattura’”. A dirlo è Franco Taiti, curatore del Rapporto Annuale n. 10 “Osservatorio sul Turismo del Vino in Italia” promosso dalle Città del Vino e realizzato dal Censis Servizi, presentato oggi a Roma. L’enoturismo è ancora un motore dell’economia nazionale ma, ha ammonito, “le mode passano, ma le tendenze vanno coltivate con intelligenza. Freniamo quindi le sagre insensate e prive di tradizione e le visite in cantina scontate e tutte uguali, per promuovere – è la proposta del presidente onorario di Censis Servizi – nuovi format: le fiere identitarie di settore, il turismo di esperienza che è fatto di narrazione, iniziative commerciali come Eataly, web e comunicazione su tablet”. “Occorre poi favorire – aggiunge Taiti – le alleanze tra i Comuni per meglio utilizzare marchi ombrello che sono attrattivi, come il Chianti, il Salento, la Romagna, la Maremma. Abbiamo seminato tanto per costruire il nostro patrimonio enogastronomico, non possiamo rischiare che l’enoturismo diventi un fenomeno maturo, con una offerta troppo dispersiva. Da qui l’utilità di fare mappe, come il ‘borsino’ presentato oggi”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.