Vino: l’Italia si esprime per il mantenimento dei diritti di impianto


L’Italia si è pronunciata al Consiglio dei ministri dell’agricoltura dell’Ue, oggi a Bruxelles, “per mantenere in futuro nell’Ue i diritti di impianto dei vigneti” in quanto è dell’avviso che lo smantellamento del sistema “potrà essere causa di forti turbative e crisi di mercato per il settore viticolo”. La questione è stata affrontata nel corso del confronto ministeriale dedicato alle misure eccezionali di sostegno proposte dalla Commissione europea per affrontare in modo efficace crisi di mercato provocate anche dalla diffusione di malattie animali. Il caso più eclatante è avvenuto lo scorso anno in seguito alla diffusione del batterio killer E.Coli, che ha provocato una profonda crisi nel mercato ortofrutticolo europeo con gravi conseguenze per i produttori. Quanto ai diritti di impianto, il sistema attuale vincola la possibilità di piantare una nuova vigna al possesso di specifici diritti da parte del viticoltore (provenienti o dall’espianto di vecchie vigne o acquistati da altri produttori). Il sistema dovrebbe cessare nel 2015 (prorogabile fino al 2018) ma l’Italia chiede di mantenerli in futuro”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.