Vino: nasce Slow Wine

Al Vinitaly, c’e’ stata la platea delle grandi occasioni ad accogliere il ritorno di Slow Food tra i curatori di guide enologiche. Slow Wine, la nuova guida ai vini italiani di Slow Food che uscira’ il 20 ottobre, alla vigilia del Salone del Gusto, e’ stata presentata oggi in anteprima nazionale alla fiera di Verona. Una guida senza punteggi, ma con 2mila ‘giudizi vissuti’, visite in cantina cioe’ da parte di una squadra di 150 collaboratori che investiranno almento 6mila ore lavoro, sotto il coordinamento dei curatori Giancarlo Gariglio e Fabio Giavedoni. ”Questa guida – ha detto il presidente Slow Food Italia, Roberto Burdese – e’ figlia dei numerosi stimoli che continuamente ci giungono dagli amanti del vino della nostra rete associativa. Ma questa pubblicazione e’ solo una parte del nostro impegno dedicato alla vitivinicoltura. Abbiamo infatti altre iniziative editoriali, i Master of Food, il sito slowine.it, ripartiranno i Presi’di del vino”. Slow Wine, aggiunge il direttore Slow Food Editore, Marco Bolasco, e’ ”anche il frutto del notevole sforzo e lavoro della nostra casa editrice, con l’impiego di risorse e intelligenze nuove e un partner importante come Giunti. A riprova di questo voglio annunciare che ci saranno le edizioni in inglese e tedesco, il formato elettronico e le relative applicazioni per smartphone, e il libro avra’ grafica e linguaggio innovativi”. Secondo i curatori Gariglio e Giavedoni ”era necessario spostare l’attenzione dal mero bicchiere a tutto cio’ che sta dietro, a partire dalle cantine, per avere una valutazione completa, precisa e affidabile. Slow Wine scaturisce da questo nuovo approccio, grazie al quale il vino e’ diventato veicolo per descrivere il territorio e per conoscere le donne e gli uomini che lavorano in vigna”. Diversa infine la metodologia di valutazione, che si basa su tre parametri: rapporto qualita’ prezzo, eccellenza del prodotto e vicinanza alla filosofia Slow Food nelle pratiche dell’azienda (ecosostenibilita’, legame con il territorio, valori socio-culturali quali il recupero di vitigni autoctoni o impianti tradizionali, appartenenza a realta’ territoriali particolari quali la montagna).(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.