Vino: Nomisma, in 10 anni l’export dei vini italiani è aumentato dell’88%

vino

Nell’ultimo decennio l’export dei vini italiani è cresciuto dell’88%, trainato delle esportazioni degli spumanti (+263%). Lo spiega Denis Pantini, direttore Area agricoltura e industria alimentare di Nomisma, nell’articolo ‘Mercato nazionale vs Mercato globale’ redatto con l’analista di Winemonitor Paolo Bono, e pubblicato sulla newsletter dell’associazione, e che sarà uno degli argomenti di Vinitaly. Da un’analisi su 46 imprese vitivinicole (cooperative escluse) che rappresentano oltre 2 miliardi di euro di fatturato, è emerso che la propensione media all’export del settore vitivinicolo si avvicina al 50%, ma supera il 60% per aziende con oltre 50 milioni di fatturato (che in Italia non arrivano a 30). La redditività delle aziende esportatrici aumenta in modo proporzionale alla propensione all’export. il Roe tocca il 4,4 % per quelle che esportano fino al 50% del valore prodotto, schizza al 10,9% per quelle che esportano oltre il 75%. Lo stesso però non può dirsi della marginalità dei prodotti (Ebit). L’analisi rivela infatti che spesso le imprese orientate all’export si focalizzano sulle fasi più a valle della filiera (trasformazione, imbottigliamento, distribuzione e commercializzazione), caratterizzate da una marginalità inferiore e redditività del capitale più elevata rispetto all’azione di imprese che coprono l’intera filiera della produzione. L’articolo si chiede poi se, a fronte del calo dei consumi di vino sul mercato nazionale (scesi, sempre in dieci anni, da 50 a 35 litri pro capite), il vitivinicolo italiano potrà affidarsi quasi unicamente al mercato estero. Sebbene la difficile strada delle esportazioni rappresenti – al momento – una soluzione convincente, “le relazioni di filiera che abbiamo esaminato – spiega l’articolo – possono certamente aiutare la sostenibilità del tessuto produttivo ma prima o poi il vitivinicolo italiano dovrà fare i conti con quello che sembra un ineluttabile declino dei consumi interni, tra l’altro sempre più legati alla Gdo e quindi ad un interlocutore commerciale spesso ‘inarrivabile’ da parte dei piccoli produttori”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.