Vino: Romano, prezioso il lavoro del Comitato


“Il comitato nazionale vini con la riunione del 14 e 15 settembre, deliberando positivamente su 17 richieste di riconoscimenti e modifiche di disciplinari di vini Docg, Doc e Igt di varie regioni italiane, ha completato il programma operativo stabilito all’inizio del suo mandato, ottemperando alla propria funzione istituzionale con un ricaduta concreta per il comparto vitivinicolo, settore di rilevante importanza per l’economia e la cultura del Paese. Credo che il lavoro del Comitato Nazionale Vini si sia rivelato particolarmente prezioso in un periodo che ha visto crescere il prestigio e il valore del nostro vino nel mondo”. Così il ministro delle Politiche agricole, Saverio Romano, commenta la conclusione dei lavori del comitato nazionale vini. La Toscana ha conquistato un posto rilevante nel corso della riunione, informa il ministero, in quanto sono state valutate ben 9 pratiche di cui 2 riconoscimenti a Docg e 7 modifiche dei disciplinari di vini a Doc. Nel dettaglio, è stato dato parere positivo al riconoscimento della DOCG “Suvereto” e alla DOCG “Val di Cornia Rosso” o “Rosso della Val di Cornia” e con la conseguente modifica del disciplinare di produzione della DOC “Val di Cornia”. Per la regione Calabria è stato dato parere positivo alle richieste di modifica inerenti il disciplinare di produzione della DOC “Savuto” e della DOC “Scavigna” che riguardavano, tra le altre, talune variazioni della composizione ampelografica riferita alle tipologie delle due citate denominazioni di origine controllata. Per il Molise è stata deliberata la modifica del disciplinare di produzione della “DOC “Pentro di Isernia”, mentre, per la Liguria è stata approvata la richiesta di modifica dell’ Indicazione Geografica Tipica “Golfo dei Poeti La Spezia”, che ha assunto la denominazione “Liguria di Levante”. Per il Veneto è stato deliberato il riconoscimento di due nuove DOC, ovvero “Lessini Durello” e “Vigneti della Serenissima”. Sono state, inoltre, valutate positivamente, conclude una nota, le richieste di modifica dei disciplinari di produzione dei vini a DOC “Bianco di Custoza” e “Monti Lessini”. Infine, sono stati esaminati ricorsi e controdeduzioni inerenti ad alcune proposte di disciplinare precedentemente pubblicate nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.