Vino: Russia, a rischio il rinnovo delle licenze per molti importatori

Il vino italiano cresce in Russia, ma il rinnovo delle licenze per molti importatori è a rischio. Lo afferma WineNews, secondo cui le autorità del Cremlino non avrebbero gradito le gestioni finanziarie ‘ballerine’ di alcuni importatori, ritardando loro il rinnovo della licenza. Situazione che, fino ad oggi, è stata gestita grazie agli stock di prodotto, anche se ormai i magazzini si stanno svuotando rapidamente. Un’impasse che, per molte aziende italiane potrebbe significare l’azzeramento del lavoro di anni. Il mercato russo sta peraltro dando soddisfazione ai vini italiani, pur nell’aggravio di quei dazi aggiuntivi o ‘customs profile’ che sono andati a penalizzare soprattutto la produzione tricolore a cui si riconosce una qualità superiore rispetto a quella spagnola e francese. Nel 2010 i valori dell’import di vino italiano in Russia sono aumentati del 60% sul 2009, arrivando a 104 milioni di euro, e nei primi cinque mesi del 2011 le importazioni hanno proseguito il volo (+44%). La Russia, con oltre 1 miliardo di litri di vino consumati nel 2010, 30 milioni di potenziali clienti e un consumo medio pro capite di 7 litri l’anno, viene considerato un mercato di importanza strategica per i produttori italiani. Grazie ai buoni uffici dell’ambasciata italiana in Russia, come è in grado di anticipare Ovse.Org, il sito dell’Osservatorio economico vini effervescenti, gli uffici delle tasse e imposte all’importazione russa stanno cercando una soluzione ai dazi aggiuntivi che pesano sul vino tricolore. Molto probabilmente la soluzione sarà quella di omogeneizzare per categoria e per tipologia di vino, non per Paese di provenienza.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.