Vino, un’indagine di Winenews rivela: Montalcino è il territorio più noto

vino rosso
Per valorizzare un buon vino si può puntare sul prestigio delle denominazioni di origine oppure fare leva sulla tipicità dei vitigni e dei nomi specifici delle etichette. In Italia sembrano esistere due modelli praticamente opposti di marketing enologico: uno più legato ai grandi vini, a nomi conosciuti in tutto il mondo grazie al richiamo dei territori corrispondenti; un altro, invece, più legato alla scoperta di ciò che è unico e autoctono prescindendo dal nome blasonato. In Sicilia, Salento o Trentino, le denominazioni riscuotono infatti un appeal decisamente minore, e i consumatori dimostrano di avere altri riferimenti: produttori, vitigni o addirittura i nomi specifici dei vini. Scenario impensabile in Toscana o in Piemonte, dove gli enonauti dimostrano particolare attenzione nei confronti dell’origine. A rivelare l’esistenza di un’Italia del vino divisa in due è un’inchiesta realizzata da Winenews e dalla Facolta’ di Scienze sociali, politiche e del territorio dell’Universita’ del Salento. Esempi lampanti di un marketing enologico che punta sul territorio sono il Brunello di Montalcino, ma anche il Barolo, l’Asti Spumante, il Franciacorta, il Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, il Nobile di Montepulciano. L’indagine mette in luce, inoltre, il rapporto tra forza delle denominazioni e flussi eno-turistici: secondo il sondaggio il territorio di Montalcino e’ quello decisamente piu’ noto (il 98% degli intervistati ha affermato di conoscerlo), a conferma dell’attenzione da parte dei consumatori verso l’origine dei vini importanti. A seguire Chianti e Trentino (entrambi 96%), Montepulciano (94%), Salento e Franciacorta (entrambi 93%), Asti e Langhe (entrambi 91%), Conegliano e Valdobbiadene (89%) e infine Sicilia (82%). É evidente come territori tradizionalmente a vocazione enoturistica siano quelli maggiormente gettonati: al primo posto si colloca il Chianti (l’80% lo conosce perche’ lo ha visitato), seguito da Trentino (il 69%), Montalcino (67%), Montepulciano (il 57%), Franciacorta (56%), Sicilia (53%), Langhe (49%), Asti (47%), Salento (47%), Conegliano e Valdobbiadene (40%). Agli enonauti e’ stato anche chiesto quali sono i fattori piu’ importanti presi in considerazione nel momento di acquistare un vino. I dati rilevano che per i consumatori l’importanza maggiore nell’atto d’acquisto e’ rappresentata dal rapporto qualita’-prezzo (60% delle risposte), dalla precedente soddisfazione (36%), dal rispetto delle aspettative ante-acquisto. A seguire assumono importanza la natura autoctona dei vitigni (27%), la ricerca di sensazioni legate ai luoghi di origine (24%), il desiderio di provare nuovi gusti (18%), il brand del produttore (16%).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.