Viticoltura: Trentino, misure per danni da grandine


Misure straordinarie per dare risposte ai viticoltori danneggiati le scorse settimane dalle forti grandinate in Trentino sono state approvate oggi dalla Giunta della Provincia autonoma, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Tiziano Mellarini. Si stima infatti, a quanto è stato spiegato nella conferenza stampa che segue la riunione settimanale della Giunta, che gli eventi meteorologici in Vallagarina abbiano causato una perdita di prodotto compresa fra 25.000 e 30.000 quintali di uva. L’esecutivo, a seguito anche dalla verifica di cui è stata incaricata la Fondazione Mach, ha preso quindi alcuni impegni. “Vogliamo mettere in campo – ha spiegato Mellarini – tutti gli strumenti utili per aiutare i viticoltori che hanno subito danni al 100% alla produzione 2012, a causa di un evento che ha compromesso purtroppo anche quella del 2013. Per i vigneti fortemente danneggiati è prevista l’estirpazione con relativa sostituzione, mettendo a disposizione i finanziamenti previsti dalle normative vigenti”. La Giunta ha deciso di attivare, tra l’altro, attraverso il Codipra di Trento una assicurazione agevolata. I danni, che colpiscono infatti in particolare al cune cantine specifiche, visto il sistema cooperativo, si riflettono a cascata sui soci.
Secondo l’indagine svolta dalla Fondazione Mach-Istituto agrario di San Michele all’Adige, i Comuni trentini della Vallagarina colpiti lo scorso 20 luglio sono stati quelli di Castellano, Pedersano, Savignano, Nogaredo, Nomi, Villalagarina, Calliano, Besenello e Volano. Nelle zone più colpite (e si tratta di 100-120 ettari) il danno alla produzione per il 2012 è del 100%: le viti sono completamente defogliate, i tralci decorticati e i grappoli irrimediabilmente compromessi. In questi vigneti l’obiettivo più immediato è cercare di completare la maturazione fisiologica (lignificazione) dei tralci per garantire il rinnovo per l’annata 2013 mediante la potatura invernale. Ma è ovviamente elevata la possibilità che sia compromessa anche la vendemmia del prossimo anno. Nelle zone colpite dalla grandine in modo meno intenso, per circa 150-170 ettari il danno si attesta su valori che variano fra il 40% e l’80%, mentre per ulteriori 150-170 ettari il danno é fra il 10% e il 40%. In questo caso è in parte compromessa la produzione del 2012. Qui la produzione 2013 è comunque garantita.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.