Voucher nell’agroalimentare. De Castro, scelta azzardata. Oggi Catania incontra Fornero

“Ho trovato azzardata l’impostazione di una riforma del lavoro che considera gli operai stagionali, che nel settore agroalimentare sono il 90%, come se si trattasse di forme di precariato”. Lo ha detto il presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo, Paolo De Castro, commentando con l’ANSA l’intenzione del governo di estendere il buoni lavoro al settore agroalimentare. Una decisione contro la quale i sindacati protesteranno incrociando le braccia il prossimo 27 aprile. “E’ giusto il lavoro del governo per ridurre le forme di precariato e incentivare il lavoro dipendente – ha precisato De Castro – ma é pericoloso se si tratta tutto il mondo agricolo alla stregua di precario; bisogna avere una specificità di intervento per un settore che è diverso dagli altri”. “Credo infine – ha concluso De Castro – che tutte e tre le sigle sindacali, che si sono espresse in maniera critica contro questa decisione, vadano ascoltate perché non si tratta di bandiere politiche ma di un’oggettiva differenza che va rispettata”.
Il tema dei voucher-lavoro applicati al settore agroalimentare sarà affrontatao oggi in un incontro tra il ministro delle Politiche agricole Mario Catania e il ministro del Lavoro Elsa Fornero. Ad anticiparlo lo stesso Catania che all’ANSA ha detto che finora il ministro Fornero gli aveva dato ampie assicurazioni in merito a una sostanziale stabilità del sistema del lavoro in agricoltura. Catania ha aggiunto di aver in corso un approfondimento con i sindacati di categoria “Abbiamo tutto il tempo per trovare una soluzione – ha concluso Catania – ricordandoci che siamo in presenza di un disegno di legge, quindi tutti gli aggiustamenti sono possibili nel corso dei lavori parlamentari”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.