Week end del gusto nell’Appennino tosco-emiliano


Fine settimana dedicato al gusto e alla genuinita’ dei prodotti del territorio entro i confini del Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano. Si inizia, venerdi’ 26 novembre, con la premiazione del terzo classificato del concorso ‘Menu’ a Km0 2010′, presso la Locanda Il Castagno a Ponteccio, Giuncugnano (Lucca). Sabato ci si trasferisce nel punto suggestivo in cui l’Appennino reggiano, parmense e luniginense s’incrociano, a Miscoso di Ramiseto per la premiazione del Ristorante La Montanara, che ha conquistato il secondo podio. La manifestazione itinerante si concludera’ domenica presso il Ristorante Boccondivino di Paolo Rigamonti, che quest’anno ha saputo conquistare anche i palati piu’ esigenti, aggiudicandosi cosi’ il ‘Menu’ a Km Zero’: oltre 3.000 i votanti ‘golosi’ che hanno decretato on line il risultato della sfida. Protagonista di questo fine settimana del gusto, nel cuore del Parco, e’ la preziosa e sorprendente biodiversita’ di sapori e di tradizioni gastronomiche che l’Appennino sa offrire. Una ricchezza che corrisponde alle tante specie vegetali edibili, che qui vengono gelosamente conservate e coltivate, e alle tante eccellenze alimentari che questo territorio sa esprimere. Ben 64 produzioni agroalimentari d’eccellenza; tra queste il Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano sono solo le piu’ note. ”E’ quasi un obbligo, nell’anno della biodiversita’, concludere in bellezza, con tavole imbandite. Ma non e’ solo una questione di gola. L’Appennino tosco-emiliano e’ una pietra miliare di quel ‘paesaggio alimentare’ che dall’Europa volge al Mediterraneo – dice Fausto Giovannelli, presidente del Parco – La biodiversita’ si conserva e si valorizza se esiste un tessuto sociale che la coltiva, ne capisce il valore ed e’ capace di tramandare i saperi antichi necessari alla sua perpetuazione. I castagneti secolari della Lunigiana, i pascoli dolci dell’Appennino emiliano, le coltivazioni tradizionali della Garfagnana sono un patrimonio di biodiversita’ che dobbiamo rispettare e sostenere”. ”Cosi’ anche un’iniziativa come il ‘Menu a KmZero’, giunta quest’anno alla terza edizione, – dice Giuseppe Vignali, direttore del Parco dell’Appennino – La valorizzazione del nostro patrimonio alimentare rientra perfettamente nello spirito e negli obiettivi del progetto di cooperazione delle reti ecologiche nel Mediterraneo, Corem, che ci vede partner insieme a Corsica, Liguria, Sardegna e Toscana”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.