Xylella: conclusioni avvocato Ue attese per il 12 maggio

xylella foto efsa
Arriveranno già il prossimo giovedì 12 maggio le conclusioni dell’avvocatura generale della Corte Ue sulle misure anti-Xylella, in particolare quelle relative alle eradicazioni delle piante. Lo ha annunciato lo stesso avvocato generale Yves Bot al termine della prima udienza tenutasi oggi a Lussemburgo, che data l’urgenza del dossier ha scelto di applicare la procedura accelerata per ridurre i tempi. Il Tar del Lazio si è rivolto alla Corte di giustizia europea in seguito alle cause pendenti che vedono fronteggiarsi alcuni proprietari di uliveti pugliesi e, dall’altro, il commissario delegato dalla Presidenza del consiglio, dipartimento della Protezione civile, e la Regione Puglia. Al centro della contesa c’è l’ordine di rimozione immediata non soltanto di alcuni ulivi colpiti da Xylella ma anche delle piante ospiti in un raggio di 100 metri dagli esemplari infetti. Secondo i proprietari, l’ordine di rimozione degli ulivi sani senza la possibilità di tentare diverso trattamento fitosanitario sarebbe contrario ai principi di proporzionalità e ragionevolezza nonché alla direttiva 2000/29/CE. La rimozione delle piante non infette, infatti, dovrebbe essere solo la ‘extrema ratio’. I proprietari dei fondi contestano inoltre l’assenza di un indennizzo sufficiente per la prevista rimozione.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.