Xylella: focolai Francia sono 56, Ue pensa aggiornare misure

polygala-myrtifolia-453a7L’Ue torna ad affrontare l’emergenza Xylella e probabilmente dovrà aggiornare le misure attualmente in vigore tenendo conto delle novità che arrivano dalla Francia. Secondo quanto si apprende a Bruxelles, dopo la riunione del Comitato Ue per la salute delle piante, il batterio killer rilevato in Corsica appartiene ad un ceppo diverso da quello pugliese, conta ormai 56 focolai e 133 casi positivi. Le piante colpite non sono olivi, ma Polygala myrtifolia (o Polygala a foglia di mirto, ndr) e adesso anche Spartium junceum, cioè la ginestra. Le verifiche circa l’origine del batterio ‘corso’ hanno per ora escluso l’Italia, visto che le indagini fino adesso condotte in Toscana hanno portato a risultati negativi. Per rassicurare i partner europei la Francia ha spiegato che non sono consentiti movimenti delle piante colpite nell’ambito o fuori delle aree attualmente delimitate, mentre l’Italia ha riferito di aver già modificato l’area della ‘zona cuscinetto’ delimitata in Puglia dopo aver rilevato un nuovo focolaio di sette olivi colpiti a Torchiarolo, in provincia di Brindisi, non ancora rimossi. Quanto al nuovo piano d’azione, gli italiani hanno confermato che è stato finalizzato, ma non sono stati in grado di dare ai partner europei una scadenza per la sua adozione. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.