Zaia a Berlino contro gli OGM

Il ministro Zaia alla fiera internazionale di Berlino ‘Fruit Logistica’, alza le barricate conto gli Ogm che fanno perdere identita’ all’agricoltura e annuncia che presentera’ ricorso contro la sentenza del Consiglio di Stato che dispone la coltivazione di Ogm in Italia. ”Noi siamo innanzitutto bravi a fare qualita”’ – e’ la considerazione di partenza per dire no agli Ogm espressa dal ministro davanti agli imprenditori italiani riuniti nel cuore di ‘Piazza Italia’, allestita all’interno della Fiera dall’Istituto del Commercio estero (Ice) e dal Centro servizi ortofrutticoli (Cso). ”A coltivare Ogm non ci si guadagna – ha proseguito Zaia – e se il vicino ti coltiva Ogm, ti danneggia a seguito della contaminazione portata dai pollini”.
Zaia invita inoltre il commissario all’agricoltura dell’Unione europea, Dacian Ciolos a ”scendere in campo anche sul fronte dell’etichetta obbligatoria di origine”. Alle imprese italiane che hanno partecipato in forze alla maggiore fiera ortofrutticola internazionale, occupando 430 stand su 2.300, Zaia chiede di continuare a seguire la strada ”della certificazione, qualita’ e novita’ che fa grande l’agroalimentare italiano”. Paolo Bruni presidente del Cso chiede ”un piano strategico super partes per dare nuovo impulso all’export ortofrutticolo” dopo la flessione a due cifre segnata nel 2009. Ma una cosa e’ certa: ”non sono gli Ogm la soluzione ai problemi dell’agricoltura”.

2 Commenti in “Zaia a Berlino contro gli OGM”

  • balsano giancarlo scritto il 4 febbraio 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 17:20

    ciao io sono benedetto e subito vi dico che io sono con voi  in questa lotta contro gli o.g.m .personalmente mi sto acculturando e in automaticamente ne do conoscenza a un collettivo che io frequento e che attualmente rappresenta un canale di informazione al seguito di questa mia iniziativa la mia proposta consiste nel portare una identificazione di colore alla scatola dei cibi con contenuti o.g.m voi avete una piu ampia conoscenza per come si potranno selezionare questi tipi di mangiare io ad esempio pensavo al campo farinacei cosa che espongo subito la mia teoria e basata a questo tipo di soluzione ma applicabile al settore o.g.m.per il tipo di grano con proteina cry1ab contro la piralide sappiamo che ha effetti devastanti nei confronti della terra in quanto è in grado di contaminare e corrodere i gusci dei molluschi e mettendo cosi a rischio la catena alimentare del pianeta cose che la gente non vede o sente addosso il male in quanto si presenta  in diretti all’uomo ma diretti alla terra che sostiene l’uomo e gli permette di poter camminarci sopra  non diamo possibilità a queste di coltivare ciò che in parte è la causa che alimenta senza vedere la distruzione della catena alimentare oltre a queste parole aggiungo che la lotta a questa causa e basata a dare la possibilità alle persone di sapere quali sono i farinacei provenienti o immischiati a prodotti naturali perche le industrie devono garantire la loro produzione e allora si lotterà per fare dividere le qualità e nell’occasione si può proporre loro di non proporre più quel tipo di grano con soluzione del tipo di nuova generazione consiste nel  progettare questa mia idea alla risoluzione non mettendo in ginocchio le industrie ma dar loro possibilità di riflettere e ritornare allo stato naturale lungo i campi si mettono dei traversini di ferro  con un dispositivo di movimento dal basso verso l’alto con attaccato il prodotto vape  e contrastiamo quella che e stata la creazione nell’abbatere  la piralide.se si può far qualcosa in merito a questo o perlomeno mandatemi del materiale al sostegno della causa vi ricordo io sono benedetto.

  • Pierluigi scritto il 4 febbraio 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 20:34

    Ma ministro, Lei che film sta guardando?
    Zaia, tesoro, ci faccia capire come possiamo esprimere qualità col nostro mais e con la nostra soia…e soprattutto ci dica chi ce la riconoscerebbe in termini di prezzo?
    Faccia una cosa saggia, si occupi full time della sua candidatura alla presidenza della regione Veneto e lasci i problemi dell’agricoltura a chi di agricoltura ne caoisce qualcosa.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.