Zaia: Stefano si prenda le sue responsabilità

Zaia ”Credo sia ora di finirla di illudere gli agricoltori con promesse da marinaio e con toni elettoralistici. I contadini sono gente seria e non vanno presi in giro”. Cosi’ il Ministro delle politiche agricole Luca Zaia replica all’assessore regionale all’Agricoltura della Regione Puglia Dario Stefano. Sulla finanziaria il ministro Zaia ribadisce, in una nota, che ”tutti gli interventi di quello che Stefano definisce Piano anticrisi per l’agricoltura sono stati messi in finanziaria: nel documento consegnatomi dalle Regioni il 25 novembre si chiedeva una somma almeno pari al miliardo di Euro, cifra che, con la Finanziaria che sta per essere definitivamente approvata dai due rami del Parlamento, e’ stata non solo raggiunta ma anche superata”. Stefano, continua il ministro, ”dovrebbe sapere che la crisi che sta investendo l’agricoltura e’ il frutto avvelenato di una crisi globale alla quale questo governo, anche con la finanziaria in corso di approvazione, sta dando delle risposte concrete, nell’ambito delle risorse che si possono mettere in campo. Ricordo che i soldi messi a disposizione dal governo – prosegue Zaia – per il rilancio dell’agricoltura sono superiori a quelli di altri Paesi europei che, come noi, stanno soffrendo questa crisi internazionale.” Posto che il governo ha messo per la difesa e il rilancio dell’Agricoltura nazionale 1,115 miliardi di euro, ”invito l’Assessore Stefano – aggiunge il ministro per le Politiche agricole – a raccontare ai contadini pugliesi quanto c’e’ per l’agricoltura nel bilancio della sua Regione. Capisco che sia comodo scaricare tutte le responsabilita’ sul governo, ma forse un po’ di senso di responsabilita’ in piu’ gioverebbe a tutti.” Se la questione e’ il finanziamento del Fondo di solidarieta’ nazionale ribadisco quanto gia’ detto in altre occasioni: se la Finaziaria verra’ approvata cosi’ com’e’, si prevede il ritorno in Conferenza Stato-Regioni per rimodulare gli interventi con decreto del Ministro, d’intesa con la Conferenza stessa. ”Non capisco – osserva Zaia – come si possa da una parte gridare all’esproprio e dall’altra lamentarsi del fatto che se non si trova un’intesa in Conferenza Stato Regioni i finanziamenti andranno persi. Stefano, invece di urlare contro il Governo, metta a frutto il suo ruolo di coordinatore affinche’ l’intesa si trovi”. ”Dire poi che del miliardo e 115 milioni previsti in Finanziaria per gli agricoltori ce ne siano in realta’ solo un’ottantina non solo non e’ vero, ma e’ anche strumentale ad una strategia politico elettorale, un po’ puerile, che da qualche giorno cominciamo a intravedere. Perche’ – ha concluso Zaia – anche non volendo considerare i 50 milioni per l’FSN che dovranno essere rimodulati in Conferenza Stato-Regioni restano comunque risorse che sfiorano il miliardo di euro”.
Il ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali Zaia riassume cosi’ le misure previste in finanziaria per il settore: – per il triennio 2010-2012 e per gli scoperti degli anni antecedenti sono state complessivamente assicurate al Fondo di solidarieta’ nazionale risorse per un totale di 877,2 milioni di euro. – Per il rilancio specifico del settore agricolo e sulla base delle indicazioni che verranno concordate con il Ministro delle Politiche agricole e’ stata altresi’ disposta l’individuazione, da parte del Cipe, di programmi da finanziare per complessivi 100 milioni di euro. – Altri 20 milioni sono destinati a favorire l’accesso al credito alle aziende agricole, attraverso il rafforzamento delle attivita’ del fondo di garanzia nazionale e dei confidi agricoli. – E’ stata inoltre disposta, nel rispetto degli impegni preannunciati, la proroga delle agevolazioni contributive nelle zone agricole svantaggiate, autorizzando per il 2010 la spesa di 120,2 milioni di euro. – Tra le altre misure, rientrano: il sostegno a favore dei prodotti tipici a stagionatura prolungata, particolarmente colpiti dalla crisi, per un totale di 10 milioni di euro, e i contributi per progetti di ricerca coordinati dal Cnr e dall’Enea che includono anche le metodologie innovative per il Made in Italy agroalimentare.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.