Zucchero: Co.Pro.B. chiude il 2009 con ricavi per 124 milioni di euro, +28% rispetto al 2008

In un contesto caratterizzato da un’importante flessione di mercato e da un profondo clima d’incertezza dovuto in prevalenza al mancato conseguimento degli aiuti governativi destinati al settore che ha influito in maniera massiccia sull’intero comparto economico-produttivo nazionale, COPROB ha dato dimostrazione di essere una realtà solida chiudendo il 2009 con un fatturato pari a 124 milioni di euro contro i 97 milioni di euro del 2008.
Si tratta di un risultato avvalorato da un utile netto in crescita rispetto all’anno precedente e che si attesta intorno ai 946 mila euro. L’assemblea ordinaria, approvato il bilancio, delibererà, riconoscendo ai 2.495 soci che hanno conferito barbabietole nella campagna bieticolo-saccarifera 2009-2010, una maggiorazione di prezzo complessiva di 2 milioni 317 mila euro, di cui 1 milione 670 mila euro quale ristorno unitario garantito a tutti i soci conferenti, pari a 1,34 euro a tonnellata (+5,1% del prezzo industriale delle bietole). I restanti 647 mila euro sono stati suddivisi fra quei soci che hanno consegnato il prodotto con la migliore qualità tecnico-produttiva e che hanno così beneficiato di un ulteriore premio di 1,62 euro per ogni tonnellata (+6,2% del prezzo industriale delle bietole). Una delibera in controtendenza rispetto alla situazione del settore se si considera che la maggiorazione complessiva è aumentata del 58%. Di estrema rilevanza è risultata la crescita della base sociale che ha raggiunto attualmente i circa 5.000 soci diffusi in Emilia e in Veneto.
La chiusura del bilancio del 2009 è stata caratterizzata inoltre da un margine operativo lordo (Ebitda) pari a 7,4 milioni di euro e da un risultato operativo della società (Ebit) che si è attestato sui 3,7 milioni di Euro.
“Si tratta di numeri che rispecchiano le strategie intraprese negli ultimi anni da COPROB – afferma il presidente Claudio Gallerani che prosegue – Sono scelte lungimiranti che hanno permesso di attestarsi sul mercato nazionale con una quota del 21%, in un momento in cui i competitor locali ed europei hanno praticato una aggressiva azione di espansione delle loro quote.”
Tra le priorità del Gruppo rimangono le riconversioni degli ex zuccherifici. Risale difatti a pochi giorni fa la presentazione del nuovo progetto per Ostellato che prevede la riqualificazione dello stabilimento in centrale ad energia elettrica prevalentemente alimentato da biomasse di origine agricola locale, della potenza di circa 6 MW elettrici. Il nuovo progetto, illustrato nelle sue linee principali in un recente incontro organizzato dalla Regione Emilia Romagna, ha raccolto un primo parere favorevole da parte dell’Assessore all’Agricoltura Tiberio Rabboni, della Provincia di Ferrara, del Comune di Ostellato e delle Organizzazioni Sindacali territoriali.
Per quanto riguarda l’impianto di Finale Emilia è stata inoltre programmata l’apertura dei cantieri nel primo semestre del 2011. Al momento sono ancora in discussione alcuni punti riguardanti gli accordi di filiera con le organizzazioni professionali agricole, ma si attende l’intesa entro il prossimo autunno.
È stato deliberato, infine, il progetto di scissione di Italia Zuccheri SpA che, con effetto dal 31/07/2010, darà luogo alla costituzione di AgroEnergia IZ SpA, controllata al 100% da Italia Zuccheri, con lo scopo di sviluppare i progetti di diversificazione industriale del Gruppo e valorizzare il patrimonio immobiliare.
“Il riassetto societario del Gruppo – afferma il Direttore Generale Stefano Montanari – prosegue al fine di una maggiore focalizzazione delle strutture e delle risorse sul core business dello zucchero e sui nuovi business.”

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.