Zucchero: Coprob, senza aiuti la filiera italiana sparirà

CoProB“Senza inversione di questa situazione, l’intera filiera rischia di essere spazzata via”. E’ l’allarme lanciato da Claudio Gallerani, presidente del Coprob, la cooperativa produttori bieticoli, il principale produttore di zucchero in Italia. Il riferimento è al fatto che dopo l’eliminazione delle quote in Ue nel settore saccarifero, per effetto della concorrenza dei grandi produttori del nord Europa, si è innescata una caduta dei prezzi. Coprob sollecita innanzitutto il Governo a rispettare l’impegno di erogare tutti gli aiuti nazionali del settore bieticolo-saccarifero, “attesi dal 2009/10, visto che, nonostante innumerevoli conferme formali, deve ancora essere stanziata una quota residua pari a 46 milioni”. Inoltre Gallerani invita le istituzioni a utilizzare tutti gli strumenti a disposizione e chiede alla conferenza Stato-Regioni che disponga la prosecuzione degli aiuti comunitari accoppiati, alzando il massimale da 500 euro a ettaro ad almeno 600, incrementando il plafond nazionale da 19,7 milioni a 30. “Il settore ha una grande opportunità con la nuova Pac – ha detto Paolo De Castro, presidente della Commissione agricoltura del parlamento europeo, durante l’incontro organizzato a Bologna dal Coprob – la flessibilità che abbiamo dato agli Stati membri nel gestire un plafond di aiuti molto forte, 550 milioni di euro all’anno, nei sette anni oltre 3,5 mld, che lo Stato può gestire in maniera autonoma. Io penso che una parte possa essere legata al settore bieticolo, che sta soffrendo di una stretta dei prezzi. Bisogna dare un aiuto – ha concluso – affinchè ci possa essere la garanzia di un bacino produttivo. Ed è quel che faremo. Non è una filiera che dovremmo sostenere all’infinito. Nelle commodities c’è stress sull’offerta e i prezzi torneranno ad essere alti”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.