Zucchero: industria pronta a sostenere il settore, ma con l’aiuto delle Regioni

L’industria saccarifera e’ pronta a sostenere il settore con risorse proprie, a patto che anche le Regioni facciano la loro parte, ”per consentire che il prezzo delle barbabietole rimanga a livelli sostenibili” per gli agricoltori. Ad annunciarlo, al termine di un’audizione in Commissione agricoltura della Camera, il presidente di Unionzucchero Giovanni Tamburini. A fine 2010, infatti, quando termineranno gli aiuti nazionali, il prezzo e’ destinato a scendere (dagli attuali 40 euro alla tonnellata a 31 euro). ”Nel 2011, in attesa che i nuovi aiuti (previsti dall’art.68) entrino a regime, siamo disponibili – ha spiegato Tamburini – ad integrare con un ‘intervento ponte’ il prezzo della barbabietola, ma è essenziale che le Regioni accompagnino i bieticoltori con proprie risorse”. Secondo Tamburini, ”nell’arco di un paio di anni, sia l’industria di trasformazione nazionale, che in questi anni ha realizzato investimenti per 180 milioni di euro, sia la parte bieticola saranno in grado di camminare con le proprie gambe”. Intanto, la Commissione ”ha confermato l’assoluta necessita’ che il governo eroghi, in tempi brevi, gli aiuti dovuti”, ossia gli 86 milioni di euro che spettano al settore per il 2009-2010, in assenza dei quali ”il settore rischia la definitiva chiusura”. ”Per ottenere un intervento da parte dell’industria e’ necessario – ha confermato il presidente della Confederazione nazionale bieticoltori (Cnb) Alessandro Mincone – che non ci sia l’insoluto di 86 milioni. Gli agricoltori – ha aggiunto – sono disposti a tirare la cinghia”, purche’ il prezzo delle bietole ”rimanga all’incirca come quello dello scorso anno”, altrimenti si corre il rischio che gli agricoltori ”non seminino piu”’. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.